10 motivi per cui gli uomini preferiscono farsi lasciare

da , il

    perchè-gli-uomini-si-fanno-lasciare

    10 motivi per cui gli uomini preferiscono farsi lasciare. I maschi non lasciano, si fanno lasciare. Non possiedono menti diaboliche (come le nostre) ma quando ne hanno abbastanza della partner ufficiale, le diverse aree del loro cervello fanno branco, trasformandoli in astuti strateghi. Si fanno (a volte del tutto inconsciamente) ipercritici, ipersensibili, iper-disordinati, iper-maleducati… Nemmeno la buona volontà in coalizione con l’amore resiste a tanta pressione, così la donna soccombe, facendosi pure carico delle colpe. Ma come si arriva a questo punto di non ritorno?

    Detestano assumersi responsabilità

    I maschi detestano sentirsi responsabili per la fine di una storia. Vuoi per un malcelato senso di colpa, vuoi per il timore di subire rivendicazioni legittime, vuoi per una mancanza di spina dorsale. Sta di fatto che per loro è meglio lavarsene le mani, colpevolizzando lei.

    Odiano dare spiegazioni

    Quando una storia finisce, è un po’ riduttivo dare il benservito con una frase telegrafica del tipo “voglio la separazione, addio”. Un minimo di spiegazioni sono dovute, soprattutto dopo anni di relazione. Gli uomini le pretendono, ma quando sono loro a doversi esporre voltano gabbana.

    Amano fare le vittime

    Il vittimismo non è affatto prerogativa femminile, gli uomini ne fanno ricorso ad ogni battito di ciglia. Basta un raffreddore stagionale per scatenare l’autocommiserazione maschile, sono fatti così!

    Non ammettono le loro colpe

    Meglio accusare lei piuttosto che ammettere le proprie colpe, lo smisurato ego maschile non tollera sincere autoanalisi. E’ più comodo rimproverare la partner e salvagardare l’orgoglio.

    Si sentono in colpa

    Non ammettono le proprie colpe, ma si sentono (inconsciamente) in colpa. L’istinto di protezione prettamente maschile, di stampo maschilista, li frena sul più bello. Peccato che aggirino il problema nel peggiore dei modi, ovvero facendosi lasciare.

    Non sanno prendere decisioni

    Sono degli indecisi cronici, non tanto per amore quanto per interesse. Allontanarsi da un porto sicuro per approdare in lidi sconosciuti non è da tutti, soprattutto non è da uomini. In nome della loro codardia, preferiscono spesso tenere i piedi in due staffe.

    Temono le scenate femminili

    Tifoni e uragani sono niente a confronto con le scenate di una donna in preda all’ira. Il sesso cosiddetto forte si sente impotente di fronte alla furia femminile, specialmente se sa di avere torto.

    Hanno paura dell’amante

    Se lui ha un’amante che preme per la separazione, farà di tutto per mollarla o per farsi lasciare dalla consorte ufficiale. E’ un gioco di forze, vince chi rompe di più le scatole.

    Non vogliono seccature

    Comunicare a lei che è finita comporta moltissime seccature: urla, scenate, discussioni interminabili per arrivare al nodo della questione e non in ultimo capelli ovunque. Le donne furibonde optano spesso per rasature integrali fai da te, è una forma di ribellione atavica.

    Nascondono un’amante

    Nonostante il loro incredibile talento nel dissimulare le colpe, quando nascondono un’amante nell’armadio sanno di averla fatta grossa. In tali circostanze adottano la tecnica della colpevolizzazione, proiettando sulla partner il loro lato oscuro.

    E ora, per par condicio, non resta che scoprire come farsi lasciare dal proprio fidanzato!