15 frasi da corteggiamento più odiate

Ecco la classifica delle 15 frasi da corteggiamento in assoluto più odiate dalle donne e assolutamente da bandire onde evitare tragiche conseguenze.

da , il

    frasi-da-corteggiamento

    15 frasi da corteggiamento più odiate, quelle che andrebbero assolutamente eliminate dal vocabolario maschile onde evitare inevitabili quanto devastanti conseguenze. Perché a volte i maschietti si spingono davvero troppo oltre pur di abbordare la pollastra di turno, rischiando reazioni “violente”. Il loro repertorio trito e ritrito fa cadere le braccia, eppure sono in molti a ricorrervi, persino i bellocci che certo potrebbero puntare più in alto. Questione di poca fantasia o di rispetto per gli avi, che hanno trasmesso con tanta generosità queste autentiche perle di saggezza. Ma bando alle ciance, addentriamoci alla scoperta delle peggiori 15 frasi da corteggiamento.

    Ti ho già vista da qualche parte

    ti-ho-già-vista

    Un classico esordio da dilettanti, ma anche non. Con la scusa più banale del mondo tenta l’approccio, ovvio che si tratta di una menzogna perché uno così se l’avessimo solo intravisto non ce lo saremmo certo dimenticato. Il flop è assicurato!

    Hai una sigaretta?

    mi-offri-una-sigaretta

    Ne esistono molteplici varianti, da “scusa, hai da accendere” a “hai mica un accendino” fino ad arrivare alla terribile “sei una fumatrice?”. Il succo è sempre lo stesso a meno che lui non sia un autentico tipo da scrocco, che in ogni caso andrebbe evitato.

    SCOPRI LA TOP TEN DELLE FRASI PER RIMORCHIARE UNA RAGAZZA

    Assomigli a quella tipa della tv

    assomigli-a-quella-tipa-della-tv

    Nonostante la banalità della frase, il dubbio sorge spontaneo, a chi si riferirà? Così di primo acchito cerchiamo di sondare il terreno se non altro per appagare il nostro ego, ma quando arrampicandosi sugli specchi pronuncia il primo nome che gli capita, tipo Barbara D’Urso, ci pentiamo di avergli concesso, anche se per poco, un minimo di visibilità.

    Scusa, che ora è?

    che-ora-è

    Nonostante oramai tutti, bambini non esclusi, posseggano un cellulare con tanto di orologio, c’è chi continua a importunarci con la patetica quanto datata scusa dell’ora. E per giustificarsi incolpa la batteria, ovviamente scarica.

    Mi sono innamorato di te

    frasi-per-portarti-a-letto

    A parte il fatto che suona per quello che è, ovvero una presa per i fondelli, questa frase riporta alla memoria gli approcci della commedia trash anni 80′ alla Jerry Calà, retaggio di un passato che è meglio rimanga tale.

    Mi vuoi sposare?

    mi-vuoi-sposare

    Un’altra trovata “al sapore di mare” quando i tipici italiani malandrini ci provavano spudoratamente con le straniere, che sedotte da tanta divertente esuberanza cascavano nel tranello, salvo accorgersi ben presto della cruda realtà.

    Ma che ci fai a zonzo tutta sola?

    ma-che-ci-fai-a-zonzo-tutta-sola

    Premesso che siamo nel 21esimo secolo e che le donne possono tranquillamente girare senza accompagnatore, l’espressione “a zonzo” è quanto mai fastidiosa coniugando un andazzo volutamente disinvolto a un fare da sbruffone antiquato.

    Devo contattare subito il mio medico, mi hai spezzato il cuore

    mi-hai-spezzato-il-cuore

    Ebbene sì, c’è chi arriva ad obbrobri simili ma una frase di tale portata suscita reazioni diametralmente opposte. C’è chi non alza nemmeno lo sguardo rifiutando qualunque forma di contatto, anche verbale, e chi si lascia letteralmente sedurre da tanta demenzialità.

    SCOPRI COSA SI CELA DIETRO IL COMPORTAMENTO DI UN UOMO

    Hai rubato due stelle dal cielo e te le sei messe al posto degli occhi

    frasi-da-rimorchio

    Nonostante possa sembrare incredibile, frasi come questa sono molto diffuse specie tra i giovanissimi e i disperati cronici (e ce ne sono parecchi). Complimenti che definire patetici è un eufemismo.

    Mi indicheresti la direzione?” “Quale direzione?” “Quella per il tuo cuore

    frasi-brutte-per-corteggiare

    Un altro patetico tentativo di approccio che simula simpatia mista ad esuberanza. Il risultato non è degno nemmeno di commento. Meglio astenersi da frasi del genere, il rischio di reazione sconsiderata da parte della malcapitata vittima è molto elevato.

    Che fai sabato sera?

    ti-va-di-uscire-sabato-sera

    “Ma che ti interessa?”, è la risposta che sorge spontanea. Prima di proporre un’uscita sarebbe il caso perlomeno di scambiare due chiacchiere, possibilmente incentrate su qualcosa di più interessante delle condizioni meteorologiche.

    Quanto assomigli alla mia ex

    assomigli-alla-mia-ex

    Le ex non andrebbero mai e poi mai tirate in ballo, tantomeno in fase di corteggiamento onde evitare di precludersi qualunque possibilità. Anche perché, caso mai la tecnica funzionasse, a relazione avviata ci si pentirebbe amaramente di avervi fatto ricorso.

    Piaci al mio amico ma è timido

    frasi-per-corteggiare

    La scusa della timidezza attribuita all’amico immaginario è tra le più patetiche in assoluto. Perché scomodare qualcun altro per fare una pessima figura? Meglio non tirare in ballo gli assenti o peggio ancora appellarsi ad esseri inesistenti.

    Assomigli moltissimo… alla mia nuova fiamma… eh, eh, eh

    assomigli-alla-mia-nuova-ragazza

    Una frase che vorrebbe spacciarsi per divertente ma che non lo è nemmeno lontanamente. Affermazioni del genere andrebbero bandite categoricamente dal repertorio maschile onde evitare di ritrovarsi con lividi sul corpo. Valle a spiegare dopo le ragioni!