6 modi per capire se sei Cenerentola

6 modi per capire se sei Cenerentola, segnali di un atteggiamento succube del maschilismo e di una visione della vita a dir poco sorpassata. Se ti ci riconosci, è il momento di cambiare1

da , il

    sei-come-cenerentola

    6 modi per capire se sei Cenerentola. La recente rivisitazione cinematografica ha portato alla ribalta l’eroina della nostra infanzia, se di eroina si può parlare. Gli anni sono trascorsi per tutti eccetto che per lei, sempre brava, gentile, buona, educata, bella. Qualità che si rivelano (a lungo andare) vincenti, il lieto fine lo conosciamo tutti. Ma è proprio in quel matrimonio d’amore (e di convenienza) che si cela il messaggio più subdolo della fiaba, come se il modo migliore per riscattarsi da una vita di sofferenze fosse trovare il classico buon partito. Insomma, abbiamo ancora bisogno dei Principi Azzurri per essere felici?

    Sei remissiva

    sei-remissiva

    In amore come nella vita adotti un atteggiamento remissivo, convinta che sia meglio subire piuttosto che reagire. Ma è grazie alla reazione di tante donne che oggi possiamo goderci finalmente un minimo di emancipazione. Il silenzio non aiuta. Che fine avrebbe fatto Cenerentola se il suo Principe non l’avesse scelta?

    Aspetti da una vita il Principe Azzurro

    aspetti-il-principe-azzurro

    Qualunque sia la tua età continui a credere al Principe Azzurro, che non sarebbe un male se solo ti risvegliassi dal tuo stato di semi-coscienza. Perché l’altra metà della mela probabilmente esiste, ma stanne certa, non potrai assaporarla finché non starai bene con te stessa. Renditi felice da sola, il resto verrà da sé.

    Scopri se sei pronta per il Principe Azzurro

    Sei ingenua

    sei-ingenua

    O meglio, sei totalmente, inspiegabilmente, assurdamente ingenua nonostante le tante esperienze e magari l’età che avanza. Una cosa è rimanere puri nell’animo e nel cuore, un’altra credere in sogni irrealizzabili. Convincerti che un uomo possa salvarti da una vita di frustrazioni rientra nella categoria dell’impossibile.

    Il buon partito ti attrae irresistibilmente

    il-buon-partito-ti-attrae

    Ingenua sì ma anche sedotta, più o meno consciamente, dal cosiddetto buon partito. Perché se Principe Azzurro dev’essere, meglio ricco e di buona famiglia. Pensala all’inverso: e se per crescere e imparare a cavartela avessi bisogno di un tipo squattrinato? Il “male” non viene sempre per nuocere.

    Credi nel lieto fine

    credi-nel-lieto-fine

    Tutti abbiamo diritto a un lieto fine, specialmente se lo meritiamo. Ma che significa meritarlo? Non è detto che le frustrazioni debbano essere ripagate da un incontro speciale. Accettare o meno le ingiustizie dipende da noi, non aspettiamoci riscatti che non ci sono dovuti. Impariamo piuttosto a dirigere le nostre esistenze. Il lieto fine verrà da sé.

    Sei maschilista

    sei-maschilista

    Definire una donna maschilista potrebbe sembrare un controsenso ma se il maschilismo continua a spopolare, è perché in fondo noi, per prime, lo abbiamo permesso. Ribelliamoci allo strapotere del maschio, impariamo a camminare con le nostre gambe, a renderci felici da sole. Solo allora potremo incontrare l’uomo giusto.