7 cose da valutare prima della convivenza

7 cose da valutare prima della convivenza, perché è bene prepararsi mentalmente all'inevitabile.

da , il

    cosa valutare prima di convivere

    7 cose da valutare prima della convivenza, uno step importante, sopravvalutato o sottovalutato a seconda delle circostanze. Perché se c’è chi al grande passo, che di questi tempi non è necessariamente il matrimonio, si prepara con largo anticipo, pensandoci su per anni, qualcun altro brucia le tappe finendo spesso per pentirsene. Onde evitare ripensamenti, dopo, o soffermarsi su banalità di poco conto, prima, ecco 7 cose da valutare se stai prendendo in considerazione l’opzione convivenza.

    I suoi difetti non saranno più così simpatici

    i suoi difetti un problema

    Finché non si convive si è più tolleranti nei confronti di certi diffetti degli uomini, per esempio il loro disordine, le magliette che sanno di umido, l’abitudine a farsi servire a tavola, trasmessa dalla madre. Dopo si trasformeranno in motivo di scontro quotidiano, almeno finché non ti abituerai a lasciar perdere.

    Lui non è perfetto come sembra

    non e perfetto

    Convinciti che non tutto è oro quel che luccica, specialmente in materia di uomini. Perché se ora lui ti sembra la persona più adorabile e tenera del pianeta Terra, nel corso della convivenza questa certezza verrà messa a dura prova. Meglio prepararsi (mentalmente) in anticipo! Ti aiuterà a superare le dure prove che ti attendono.

    Con gli amici sì, ma non ogni weekend

    uscire con amici

    Stare in coppia non implica l’abbandono degli amici ma certo, ridimensiona le uscite. Non trascorrerai più i tuoi weekend a casa di Tizia e Caia a fare baldoria o a dormire fino a tarda mattina, perché ci sarà lui a esigere la tua presenza nel letto coniugale. Tienine conto prima di fare il grande passo.

    Potrebbe finire tra voi

    potrebbe-finire

    Mettilo in conto, perché la convivenza è, tra le altre cose, un banco di prova che pone irrimediabilmente fine a quelle relazioni che non “s’hanno da fare”. Insomma, potresti scoprire che non è lui la tua anima gemella e la delusione brucerà tanto più se non sarai preparata alla triste eventualità.

    Lui è un mammone? La suocera potrebbe creare problemi

    problemi con la suocera

    Non sottovalutare l’interferenza della mamma, la sua, perché dopo la convivenza si sentirà autorizzata a elargire consigli anche alla sua futura nuora, rompendo in momenti inopportuni. Per capire come andrà, valuta preventivamente quanto è mammone.

    I tuoi amici potrebbero abbandonarti

    litigare con amici

    Ci saranno quelli disposti a capire, magari perché ci sono già passati o ci stanno passando, e poi quelli, eterni peter pan, che non capiranno mai. Rassegnati, li perderai. Perché al tuo secondo, massimo terzo rifiuto, si sentiranno terribilmente offesi e preferiranno farsi accompagnare nelle uscite da amici più disinibiti.

    Il lato oscuro (reciproco) uscirà allo scoperto

    il lato oscuro

    Se nel pre-convivenza agisce dietro le quinte, nel dopo non riuscirete più a tenerlo a bada. Perché capita più spesso del contrario di scegliersi mossi da pulsioni inconsce: lui che in te riconosce un atteggiamento di sua madre, tu che in lui rivedi tuo padre. Tanto per semplificare visto che il lato oscuro agisce in molti altri modi.