7 fantasmi pericolosi per la coppia

7 fantasmi pericolosi per la coppia, paure spesso immotivate che possono portare alla fine della relazione.

da , il

    7 fantasmi pericolosi per la coppia. I fantasmi non infestano solo ville e castelli abbandonati ma con una certa frequenza disturbano (indisturbati) le relazioni d’amore. Sono paure che aleggiano nell’aria contaminandola fino a renderla, nei casi più drammatici, assolutamente irrespirabile. Non occorre una chiamata d’emergenza agli acchiappafantasmi, è sufficiente ampliare la consapevolezza facendo luce sulla vera identità degli spettri emotivi che infestano le relazioni, soprattutto al momento del decollo.

    L’ex

    E’ il fantasma più inquietante, quello che vuoi o non vuoi si ripresenta sempre, all’inizio (e nel durante) della relazione. Chi li teme per timore di una ricaduta, chi si crede un semplice ripiego all’amore della vita, ce n’è per tutti.

    I genitori

    Papà e mamma sono uno scoglio (duro) da affrontare, a qualunque età, a dispetto dell’esperienza. Ma partire prevenuti non aiuta a sciogliersi in vista del primo appuntamento con la famiglia di lui/lei aumentando le probabilità di una figuraccia.

    Le sue ambizioni

    Se l’ambizione professionale in un primo momento appare un punto di forza, contribuendo a renderlo/la più intrigante, rischia di trasformarsi presto in un terzo incomodo. Ma subire la paura con ansia non migliorerà certo le cose.

    Il sesso

    Che sia lui alle prese con il timore arcaico di fare flop o lei imparanoiata per le imperfezioni fisiche, il fantasma è sempre lo stesso, è il suo aspetto a cambiare. Il sesso mette a nudo (letteralmente), per questo è tanto piacevole quanto imbarazzante.

    La fine della libertà

    Imbattersi in un uomo/donna interessante significa compromettere (potenzialmente) la propria libertà. E dopo anni di singletudine, segreto della longevità, è difficile rimettersi in gioco e capacitarsi della pienezza che deriva dalla vita a due.

    La paura di amare

    Spesso chi accumula a ripetizione storie sbagliate teme più di chiunque altro l’amore. Non la passione, l’infatuazione, l’innamoramento ma l’amore con la A maiuscola, quello che richiede sforzo, condivisione, maturità, desiderio di crescita e di compromesso.

    La sindrome dell’abbandono

    E una volta che ci si lascia andare ecco che subentra lei, la sindrome dell’abbandono, un fantasma capace di distruggere anche la storia più romantica in nome dell’assurdità. Uno spettro (reale) con radici nell’infanzia.

    Dolcetto o scherzetto?