Amore, il manuale per gestire i rapporti di coppia

da , il

    cena romantica uomo galante

    Ci vorrebbe un manuale d’amore per affrontare la vita di tutti i giorni, per sapere come comportarsi con il partner o come gestire un flirt. Diciamoci la verità, le relazioni tra adulti sono estremamente complesse. Seguono logiche del tutto illogiche (scusate il gioco di parole), sono come dei rebus dove la chiave di risoluzione si chiama orgoglio. A gennaio è stato pubblicato un testo, molto interessante, negli Stati Uniti: “Attached. The New Science of Adult Attachment and How it Can Help You Find, and Keep, Love”, scritto a due mani da Amir Levine, psichiatra e neuroscienziato, e Rachel Heller, psicologa alla Columbia University. Vediamo insieme quale argomento affrontano e soprattutto come, partendo dal presupposto che le relazioni sono mediate da falsi miti e stereotipi difficili da eguagliare.

    Levine ed Heller scrivono nel loro manuale: “Troppo spesso le storie d’amore diventano una perdita di tempo. In letteratura scientifica esistono moltissimi lavori sulle relazioni e su quella che oggi si chiama ‘scienza dell’attaccamento adulto”. I rapporti d’amore non sono altro che relazioni vissute in maniera diversa in base alle esperienze affettive e sessuali pregresse dei due partner. In effetti è proprio così: quanto il nostro vissuto ci influenza nelle relazioni? Non so voi, ma a me tocca il 90%.

    Ci sono tre tipi di partner: ansioso, sicuro, evitante. Gli ansiosi (circa il 21% delle persone) vogliono una relazione intima, gli evitanti sono distaccati e non si aprono per senso di superiorità e narcisismo, mentre i sicuri sono convinti di saper gestire l’amore e l’intimità. Bisogna capire a quale gruppo si appartiene o appartiene il nostro ragazzo, per poi gestirsi con più consapevolezza.

    Se vi chiedete se è possibile cambiare il partner, la mia risposa è no. Ma Amir Levine e Rachel Heller credono di sì. “Ma i tempi generalmente non coincidono con quelli desiderati. Una persona su quattro, infatti, muta il proprio stile di attaccamento nell’arco quattro anni”. Per la serie, in amore, ci vuole molta pazienza e a volte sembra impossibile.