Bugie: donna per amore falsifica la carta d’identità

da , il

    Laruzza - Carta d’Identità

    Per amore si fa di tutto, talvolta anche fingersi chi non si è realmente. Qualche bugia per fare colpo o magari una piccola alterazione della verità, abbiamo detta tutti, molto diverso è commettere un reato come falsificare il documento di identità. E poi per cosa? Per vanità. È successo a una signora di 57 anni di Riccione che è stata denunciata per aver manomesso il suo documento. Ha cambiato l’anno di nascita, da 1953 è diventato 1958. Uno sconticino di cinque anni che ha quasi pagato correndo il rischio di finire in manette.

    “Ho fatto una stupidaggine, ho sbagliato”, ha ripetuto più volte la donna che voleva sembrare più giovane per amore. Questa la parola chiave della storia: amore. Cosa si fa per conquistare l’altra metà della mela, si perde il controllo totalmente. E soprattutto non si bara neanche con intelligenza, perché la signora ha corretto la carta d’identità, ma non la patente ed è stata beccata a un controllo stradale.

    La povera signora ha ammesso tra le lacrime il danno, ammettendo che la sua era una bugia d’amore: lui la voleva giovane e lei per sembrarlo ha taroccato l’età. Per fortuna i carabinieri hanno avuto buon cuore, capendo le motivazioni. Se infatti si falsifica un documento di identità e si viene sorpresi in flagranza, l’arresto è facoltativo.

    Vi lascio con una domanda: ma l’età conta ancora così tanto?