Canzoni belle d’amore: “La notte” dei Modà

da , il

    Oggi vi propongo la bellissima canzone d’amore dei Modà intitolata “La notte”. Spesso vogliamo proporvi canzoni d’amore perché crediamo che la musica sia legata indissolubilmente a tutti i nostri sentimenti. Anche questa canzone parla della storia tra due persone, che si trovano lontane o che si sono lasciate ma che hanno ancora molto in comune. Quando una storia finisce infatti, spesso il ricordo dell’altro ci segue per molto molto tempo. Ecco il video e il testo.

    Sì sarà pure misteriosa e tenebrosa,

    quando vuole fa paura,

    Ma ti abbraccia e ti difende se l’ascolti…

    Se ti nascondi e cerchi dentro lei la forza per andare avanti

    e non tradirla con il sole e i raggi.

    Mi copre dagli insulti e dalle malelingue, che cercan solo di ferirmi e screditarmi,

    mi lascia fare anche se sbaglio a farmi male, senza insultarmi..

    Non come te che invece, hai cancellato in un momento

    tutto quanto.

    Ed è rimasto dentro te soltanto il peggio per uno sbaglio ed un momento in cui mi son sentito solo,

    senza coraggio…

    Ma la notte so che pensi a me amore,

    nel buio cerchi sempre le mie mani, no…

    Non fingere di stare già, già bene… di colpo non si può dimenticare.

    Niente di così profondo e intenso o almeno penso.

    Dico ci riesco, poi mi perdo e ci ricasco

    nei momenti di sconforto, quando intorno a me

    tutto buio come,

    come la notte,

    come le botte,

    come le ferite abbandonate e mai curate,

    ancora aperte.

    Sbagliare è umano, ma per te uno sbaglio è tutto.

    Sono solo un malandrino ed un violento, per una volta provo ad ascoltare

    il cuore e non l’orgoglio.

    Ma la notte so che pensi a me amore,

    nel buio cerchi sempre le mie mani, no…

    non fingere di stare già, già bene… di colpo non si può dimenticare.

    Niente di così profondo e intenso o almeno penso.

    Ma la notte so che pensi a me amore, nel buio cerchi sempre le mie mani…no!

    non fingere di stare già già bene…

    di colpo non si può dimenticare…

    niente di così profondo e intenso o almeno penso.