Canzoni d’amore: “Amarsi un po’” di Lucio Battisti

da , il

    Ci sono tante canzoni d’amore che vale la pena di ascoltare o far ascoltare al proprio partner. Una di queste è senza dubbio “Amarsi un po’” di Lucio Battisti. Racconta della difficoltà di volersi bene, del dolore che a volte i sentimenti possono causare, di come è difficile stare lì e donare il proprio cuore senza reticenze. Al tempo stesso non c’è cosa più bella di amare, è come fiorire, come trovare la maturità e il massimo splendore.IIn occasione del post relativo all’amore platonico, abbiamo detto che l’amore è un sentimento che si autoalimenta, che vive di una sua energia.

    Leggete con attenzione le parole di Mogol e poi fatemi sapere se non provate un brivido nella schiena, se non vi fa pensare a un amore che state vivendo o avete vissuto, perché i sorrisi e le gioie non sono reali se non ci sono anche le lacrime e gli sconforti. Amare rende forti e deboli al tempo stesso.

    Amarsi un po’ è come bere

    più facile è respirare

    Basta guardarsi e poi avvicinarsi un po’

    e non lasciarsi mai impaurire no

    Amarsi un po’ è un po’ fiorire

    aiuta sai a non morire

    Senza nascondersi manifestandosi

    si può eludere la solitudine

    però volersi bene no partecipare

    è difficile quasi come volare

    Ma quanti ostacoli e sofferenze e poi sconforti e lacrime

    per diventare noi veramente noi uniti

    indivisibili vicini ma irraggiungibili