Canzoni d’amore, “Ridere di te” di Vasco Rossi

da , il

    Questa canzone d’amore è forse una delle mie preferite. È la storia tra una ragazza giovane e un uomo un po’ più maturo, un tema ricorrente nei testi di Vasco Rossi. Lui si chiede se faccia male ogni tanto a ridere di lei. Già perché ridere di una persona, non vuol dire deriderla, ma sorridere dalla sua ingenuità, dei suoi errori e anche del suo modo buffo di affrontare la vita. Un gesto però, che quando si è giovani, può dare fastidio, può offendere. La frase più famosa è: Le stelle stanno in cielo e i Sogni….non lo so, So solo che son pochi…. quelli che s’avverano. È perfetta per una lettera d’amore. Che ne dite?

    Ridere di te

    Tu sì…..che sei Speciale

    ti invidio sempre un po’

    sai sempre cosa fare…e…

    e che cosa è giusto o no!

    Tu sei così sicura

    di tutto intorno a te

    che sembri quasi un’onda che

    che si trascina…..me

    lascia stare

    che ho qualche anno in più

    meno male

    che sei convinta tu

    io sto uguale

    mi chiedo solo se

    faccio male…a volte

    a ridere di te

    Le stelle stanno in cielo

    e i Sogni.…non lo so

    So solo che son pochi….

    quelli che s’avverano

    Io so che sei una donna

    Onesta!……non lo so

    soprattutto con Se Stessa…

    con Se Stessa….forse no

    lascia stare

    che ho qualche anno in più

    meno male

    che sei convinta tu

    io sto uguale

    …adesso penso che

    chissà quante volte

    hai riso tu di me