Cibi afrodisiaci sì, ma senza esagerare

da , il

    ostriche e vino

    I cibi afrodisiaci sono il rimedio naturale più classico per coloro che desiderano risvegliare la libido. Che si tratti di organizzare una cena romantica per conquistare l’uomo dei propri sogni, o di far rinascere desideri sopiti, sono numerose le pietanze e le spezie note per le loro proprietà afrodisiache. Ma siete sicure di conoscere i disastrosi effetti collaterali che potrebbero avere?

    Se siamo all’ultimo stadio e vogliamo evitare di arrivare a sciogliergli di nascosto il viagra nel caffè del dopocena, mettiamoci ai fornelli: oltre a ostriche, peperoncino e fragole sono numerose le spezie e i cibi che secondo credenze ben radicate potrebbero aiutarci a creare ottimi piatti stimolanti.

    Tra le spezie e i cibi più comuni, virtù particolarmente efficaci vengono attribuite a zenzero e aglio per quel che riguarda lui, mentre per lei ginseng, santoreggia, cioccolato, cannella, tartufo e champagne sembrano avere conseguenze particolarmente piacevoli, ma attenzione alcuni di questi cibi possono avere degli effetti indesiderati piuttosto singolari, che è importante conoscere per evitare!

    Di seguito una lista delle loro caratteristiche principali, completa degli aspetti di cui è importante tenere conto affinchè i nostri piani seduttivi non vadano in fumo.

    Ostriche

    Sono particolarmente ricche di zinco, che sarebbe il principale responsabile dell’aumento del desiderio femminile (secondo alcuni anche la loro particolare forma e consistenza, singolarmente evocative, contribuirebbero non poco alle virtù del mollusco).

    L’unica avvertenza che mi sento di raccomandare, è rivolta alle donne dai gusti particolarmente difficili, specie se non hanno mai assaggiato del pesce crudo: il gusto delle ostriche è molto particolare, quindi prima di accettare che lui ne ordini per voi una bella porzione pensateci due volte.

    Peperoncino

    Contiene una particolare sostanza che favorirebbe il desiderio; inoltre i cibi piccanti dovrebbero aumentare la circolazione sanguigna, e quindi la produzione di endorfine. Attenzione a non esagerare con le quantità però! Corriamo rischi più o meno gravi, che finirebbero per pregiudicare la seconda metà della serata, specialmente nel caso in cui la sua bocca rischiasse di prendere fuoco e noi, nel tentativo di placarne il bruciore, gli offriremmo litri su litri di latte, noto per la capacità di conciliare il riposo notturno.

    Insomma, nel migliore dei casi ci ritroveremmo con lui che russa beato sulla nostra poltrona preferita, e il frigo vuoto (niente latte per la colazione!).

    Banane

    Oltre che per la presenza di potassio e vitamina B, che favorirebbero la produzione di ormoni maschili, le doti del frutto deriverebbero anche dalla sua particolare forma.

    Cioccolato

    Come tutte noi ben sappiamo, sciogliere in bocca i dolci quadratini conferisce un senso di benessere ed eccitazione.

    Attenzione però, banane e cioccolato sono davvero buoni, ma molto calorici! Se facciamo parte della categoria di donne di cui ho scritto sopra, e siamo decise a sedurre uomini virtuosi, cerchiamo di non abbinarli spesso e troviamo dessert alternativi (le classiche fragole, ad esempio).

    E inoltre rucola e avocado, mandorle, zenzero, noce moscata e anice… La lista dei cibi e delle spezie afrodiasiche è lunga. Si tratta di ingredienti facilmente utilizzabili per le ricette più diverse, quindi sbizzarriamoci pure in cucina secondo le tendenze che più ci aggradano: possiamo confezionare prelibati piatti raffinati o pietanze più tradizionali e legate alla cucina italiana, ma ricordiamo sempre di non esagerare!

    Non è detto che l’intensità dell’effetto sia direttamente proporzionale alla quantità di ingredienti speciali utilizzati…Anzi! Non dimentichiamo il potere pericoloso dell’aglio, che se potrebbe risvegliare i desideri sopiti di lui, finirebbe per sotterrare definitivamente i nostri.