Cinque segnali ‘allarme’ che anticipano la fine della coppia

da , il

    crisi-di-coppia

    Cinque segnali ‘allarme’ che anticipano la fine della coppia. La crisi spesso si affaccia senza che ce ne rendiamo conto. Molteplici i campanelli d’allarme, alcuni impercettibili, altri lampanti: dentifrici fuori posto che tutt’a un tratto diventano insopportabili, tazzine del caffè abbandonate nel lavabo che fanno accapponare la pelle, battute divertenti di colpo irritanti, profumi fragranti che aggrediscono malamente le narici. Sono solo piccoli segnali di una crisi in corso, dagli esiti incerti. Capire se abbiamo effettivamente imboccato il viale del tramonto non è automatico, cinque pericolosi campanelli d’allarme possono aiutarci a fare chiarezza… nel bene o nel male!

    Non avere nulla, ma proprio nulla in comune

    Gli opposti si attraggono, vuole la tradizione, ma c’è un limite a tutto! Avere idee diverse è una cosa, vivere su pianeti distanti anni luce un’altra! Dopo la fase dell’innamoramento, durante la quale è fisiologico scambiare ranocchi delle peggiori specie per principi azzurri su cavalli bianchi, giunge il momento dell’amara verità. Le diversità, da stimolanti di coppia si trasformano in limiti insormontabili. Certo, condividere tutto è impossibile, e forse pure un tantino noioso, ma da qui a vivere su universi paralleli ce ne passa!

    Le coccole diventano prerogativa del micio di casa

    Coccole e coppie in crisi non vanno assolutamente d’accordo! Sarà il micio di casa a doverne fare le spese, venendo “strattonato” a destra e a manca prima da uno, poi dall’altro padrone… entrambi alla disperata ricerca d’affetto! All’inizio la povera bestia potrebbe persino sentirsi lusingata da tante attenzioni, ma presto inizierà a rimpiangere i momenti di solitudine!

    Il silenzio, a casa vostra, regna sovrano

    Se in casa vostra da un po’ di tempo a questa parte il silenzio regna sovrano, le opzioni sono due: avete deciso di dedicarvi alla meditazione, non sapete più di che parlare. Nel primo caso affari vostri, nel secondo molto probabilmente la crisi ci mette lo zampino! La scarsa comunicazione è un segnale d’allarme ad alto rischio, meglio rendersene conto prima che sia troppo tardi.

    I rimproveri reciproci sono all’ordine del giorno

    Se oramai nessuno dei due riesce a mordersi la lingua e a trattenere il veleno, la crisi è in pieno corso. Lui potrebbe del tutto inaspettatamente trasformarsi in un “Mastro Lindo” attento a ogni dettaglio e a ogni vostra mancanza in fatto di ordine e pulizie. Voi potreste stupirvi a riprenderlo mentre lava con scrupolo le finestre!

    Il lettone diventa un luogo inospitale

    Se il divano, per uno di voi, è diventato particolarmente confortevole, tanto da farvi considerare l’idea di sostituirlo definitivamente al letto, gatta ci cova! Se poi il partner, invece che richiamarvi all’ovile dopo una certa ora, vi lascia riposare in salotto con la scusa di non volervi disturbare, la crisi di coppia è ormai in stadio avanzato… la relazione è verso la fine!

    Dolcetto o scherzetto?