Come conquistare il ragazzo che ti piace

da , il

    conquistare ragazzo

    Conquistare un ragazzo a volte sembra veramente molto difficile. Ci sono ragazze timide, che non se la sentono di esporsi troppo, hanno paura di essere rifiutate e di fare una brutta figura con l’uomo dei loro sogni. Cerchiamo quindi insieme di superare la timidezza e lanciarci in quell’avventura chiamata amore. Per prima cosa sono necessarie un po’ di autostima e di coraggio. È davvero importante credere nelle proprie capacità, avere considerazione di sé e soprattutto non temere di sbagliare. Poi esistono delle strategie per attirare la sua attenzione: gli uomini non sono tutti uguali, inutile generalizzare, ma di certo alcune cose funzionano sempre.

    Evitare le chiacchiere tra amiche

    Confidarsi con un’amica è una cosa umana ed è assolutamente normale, ma se non volete che le chiacchiere arrivino prima delle intenzioni, vi conviene non raccontare a tutti il vostro obiettivo. Non ci fate una bella figura e poi una donna che parla troppo non è mai molto affascinante. Non bisogna assolutamente svelare le proprie carte. Lasciate che siano altri i segnali, dal gioco di sguardi al linguaggio del corpo. Lui deve sentirsi sulla corda, deve avere il dubbio. “forse è interessata?”.

    Essere spontanee

    Far sapere a tutti le vostre intenzioni spaventa l’uomo e toglie spontaneità a entrambi. Tutto ciò che fate sarà mediato da un pensiero fisso. “Oddio, forse pensa che ci sto provando!?” oppure “magari crede che ci sia della malizia?”. Dall’altra parte, invece, avrà il timore che le sue attenzioni possano essere interpretate male. Ecco perché è meglio non rivelarsi fino al momento più opportuno. Mostratevi solari e spontanee, proprio per quello che siete. Dovete piacergli così, naturali, o sbaglio? Se state quindi cercando una storia seria evitate di costruirvi un personaggio sexy. È davvero una fatica inutile.

    Fidarsi dell’istinto

    Non esistono delle regole di seduzione precise, dovete lavorare d’istinto. Cercate di capire che tipo è: sportivo, intellettuale, pigro, modaiolo. Le etichette non sono mai belle, ma in base a queste potete capire quali siano i suoi campi di interesse e cosa potreste condividere. Per esempio, gioca a basket, andate a vedere qualche sua partita. Poi siate dirette: per vederlo, una volta amici, non ci devono essere sotterfugi particolari: andiamo al cinema stasera? Che ne dici di un gelato? Vado in palestra, vieni? Gli uomini non amano i giri di parole e soprattutto spesso non li notano nemmeno. Non sono neanche attratti da donne troppo sostenute. Attenzione, però, non stiamo parlando di disponibilità a 360 gradi. Infine, ci vuole un pizzico di fortuna: l’amore è una questione di tempi.