Come conquistare l’uomo mammone

da , il

    Come conquistare l’uomo mammone

    Bello, gentile e disponibile. Sembra non avere neanche un difetto, finché non vi accorgerete che fa fatica a staccarsi dalle gonne della mamma. E’ una questione diffusa quando si parla di maschi italiani ed è anche uno dei motivi per cui il termine suocera ha assunto un valore negativo. Come fare a conquistare l’uomo mammone?

    In alcuni casi non c’è proprio nulla da fare. Non sto mettendo le mani avanti e non voglio scoraggiarvi, ma il confronto con la madre vi potrebbe schiacciare. Se vi accorgete che state sopportando troppo andate per la vostra strada, perché lì state sprecando forze inutili. Se invece avete notato che più che volontà è sudditanza allora c’è da lavorarci.

    Devo aiutare mamma, mia madre preferisce quello o questo, lo devo chiedere a mamma, domani non posso devo accompagnare mamma… quante volte ve le siete sentite dire queste frasi? E quando siete convolati sotto lo stesso tetto, nonostante mostrasse una spavalda emancipazione, non era in grado neanche di farsi il letto. Ragazze, è colpa delle donne. Di come educhiamo i nostri maschietti. Il primo passo è capire che il nostro bimbo, sarà il mammone di un’altra e farlo diventare grande insegnandogli tutte quelle cose che a noi davano tanto fastidio.

    E’ inutile litigare, non serve. Se lo prendete di petto, perdere. Prima di tutto perché non ammetterà mai di non aver tagliato il cordone ombelicale e poi perché mamma è mamma. E’ fatta così. Quindi se avete in corso una storia seria, puntare sul vittimismo. Vi sentite sole e trascurate, anche voi avete bisogno di essere portate a destra e sinistra. Non potrà gestirne due e dovrà scegliere.

    Non cerchiamo di cambiarlo e di farlo maturare. Non serve. Ognuno di noi ha i suoi tempi e poi chi siamo noi per influenzare tanto un’altra persona. Parlate chiaro, di ciò che vi dà fastidio, fatelo ragionare e vedrete che con gli anni (molti anni) forse capirà.