Come dire “Ti amo”

da , il

    Due paroline, semplici semplici, eppure così difficili da pronunciare! Se non siete tra quelli per i quali dire “ti amo” è come dire “ciao”, sapete benissimo che dire questa semplicissima frase può costare uno sforzo titanico.

    Quando ci dichiariamo ad una persone entrano in gioco mille fattori diversi che ci fanno temere di pronunciare la fatidica frase: ma è soprattutto la paura della reazione dell’altro a frenarci. Cosa risponderà? E in questo caso anche la minima sfumatura può fare la differenza.

    Un “anche io” è scontato. Meglio però se il concetto è ribadito “ti amo anche io“: ecco cosa ci aspettiamo di sentirci dire!

    Capita anche che lui rimanga senza parole: non è sempre un segno negativo, se lui è molto molto timido è possibile che sia troppo colpito ed imbarazzato per rispondere. Quando però decidete di dichiaravi fatelo in modo convinto: una volta che pronunciate le due paroline non si torna indietro!

    Non potete certo ritrattare a seguito di una sua risposta poco soddisfacente. E’ un momento magico e come tale va vissuto: ho sempre diffidato di chi professa l’amore dopo due giorni di frequentazione. “Ti amo” sono parole importantissime e con un significato ben preciso: non sprecatele!

    E voi cosa ne pensate? Quante volte avete già pronunciato queste paroline?