Come nascondere il tradimento ai tempi di Facebook?

da , il

    facebook tradimenti profilo infedele

    Nascondere un tradimento non è semplice e la tecnologia, nello specifico Facebook e social network, da un lato può essere d’aiuto, dall’altro può contribuire a lasciare prove. Secondo un sondaggio condotto dal sito Incontri Extraconiugali, il 71% dei fedifraghi ha un profilo finto su Facebook per gestire al meglio le proprie avventure al di fuori della coppia. Insomma, la navigazione non serve per tenersi in contatto con gli amici, ma per mettere le corna in modo discreto.

    Insomma, secondo gli esperti, i Casanova contemporanei amano la rete, perché permette di approcciarsi con l’altro genere evitando di lasciare troppe tracce. È ovvio che poi dipende da quanto uno è bravo: è necessario, infatti, seguire alcune regole o il partner non ci impiegherà molto a scoprire l’inganno.

    Per esempio, evitate di pubblicare status sospetti, meglio non mettere nulla. Così come è meglio evitare di essere taggati in foto compromettenti. È necessario preoccuparsi non solo del partner ma anche degli amici: a volte sono proprio i conoscenti a far scoppiare la bomba.

    Poi una regola che vale per tutto: mai dare al proprio compagno o compagna user e password dei propri profili digitali. Questa cosa deve comprendere anche la posta elettronica, oltre a quello dei social network. Inoltre, è bene creare indirizzi separati e non rintracciabili, acquistare sim del telefono dedicate e non aggiungere il flirt (soprattutto se si tratta di una scappatella) agli amici. Chiacchierate in remoto.

    Dolcetto o scherzetto?