Come sviluppare il tatto per migliorare il rapporto sessuale

da , il

    il-tatto

    Come sviluppare il tatto per migliorare il rapporto sessuale. Basta poco per risvegliare il desiderio, una semplice carezza, un massaggio sensuale o solo lo sfiorarsi, quasi per caso. Perché il tatto è il senso più importante quando si parla di sesso e non solo. Per questo è importante riscoprirsi reciprocamente attraverso il tatto e anziché limitarsi alla penetrazione, assaporare ogni singolo momento del rapporto scambiandosi carezze in zone erogene ignorate o semplicemente trascurate.

    Migliorare il sesso attraverso il tatto

    Parola di esperti, il tatto è il senso più importante in ambito erotico e imparare ad usarlo per riscoprire il piacere di zone erogene dimenticate può dare una svolta positiva alla propria vita sessuale. Specialmente se l’eccitazione dei primi tempi è scemata a causa della routine, dello stress, dell’abitudine all’altro. Il tatto è il senso che per primo si sviluppa nell’embrione umano, che c’è infatti di più sensibile della pelle? Sembrerebbe addirittura che alcune cellule nervose presenti sull’epidermide riconoscano le carezze, quei gesti dichiaratamente affettuosi che ci vengono rivolti dall’amato. Dei veri e propri sensori delle coccole che si attivano solo se si riceve una carezza, garantendo una sensazione di benessere psicofisico a 360 gradi.

    SCOPRI QUALI SONO I CINQUE SENSI DELL’AMORE

    Come sviluppare il tatto a letto

    Toccarsi è un autentico toccasana per la salute fisica e mentale, merito delle endorfine rilasciate dal corpo in seguito al contatto fisico. Non solo rilassa ma predispone all’eccitazione, purché si sia bendisposti nei confronti dell’altro. Il tatto è il primo strumento di esplorazione reciproca, una porta d’accesso al mondo del piacere sessuale, in grado di coinvolgere completamente chi si lascia andare al suo potere. Per svilupparlo è importante sperimentarlo in modo nuovo, accarezzando il partner in zone proibite o semplicemente ignorate, come la schiena, il collo, l’ano, il petto, le cosce. Basta poco per risvegliare il desiderio e per passare a esplorazioni più azzardate attraverso massaggi tantrici ad alto tasso erotico. Una pratica che non deve essere necessariamente eseguita ad ogni incontro, ma di tanto in tanto, giusto per cambiare le dinamiche del gioco.