Convivenza e matrimonio: tomba dell’amore?

da , il

    convivenza matrimonio problemi

    Il matrimonio e la convivenza sono la tomba dell’amore? Dai dati che emergono in questi ultimi giorni pare proprio di si: pensate che si contano tre separazioni ogni dieci matrimoni all’anno. Ovvero su cento coppie che si sposano, tre si separano nel giro di 12 mesi. E spesso, le nozze arrivano dopo un lungo fidanzamento: questi sono dati che fanno davvero preoccupare. Nello stesso modo le convivenze, anche se sono fatte dopo un lungo fidanzamento, molto spesso fanno scoppiare la coppia. Come è possibile? In tanti se lo chiedono, visti anche i tantissimi addii tra giovani e meno giovani.

    Maria Cristina Pucci, avvocato matrimonialista, infatti dichiara: «Sono numeri che confermano come la crisi dell’istituzione famiglia sia persistente». Ma continua: «L’età media in cui ci si separa si colloca tra i 40 e i 45 anni.

    “Ma sono frequenti le separazioni tra coniugi anche dopo un solo anno dalle nozze“, sottolinea l’avvocato Pucci: “Una delle questioni fondamentali riguarda l’assegno di mantenimento. Sono stati creati dei parametri di calcolo piuttosto differenti, mentre sarebbe utile trovare una linea di condotta omogenea, specie nelle situazioni in cui la definizione del reddito risulta più complessa. Penso che una soluzione potrebbe essere quella di utilizzare il redditometro, lo stesso strumento attraverso il quale l’Agenzia delle entrate cerca di scovare un’eventuale evasione”.

    Sicuramente la convivenza ed il matrimonio cambiano le carte in tavola, rispetto al fidanzamento. I piccoli difetti che prima ci facevano sorridere, ora sembrano cose insopportabili e irrisolvibili.

    Negli ultimi anni poi, si è evidenziato anche un altro problema molto spinoso: “Sono sempre più frequenti i fenomeni di stalking nei confronti dell’ex coniuge, ad opera soprattutto degli uomini”. Uomini che non accettano la fine di un rapporto e che tentano di riavvicinare l’ex compagna anche con la forza.