Convivenza: per le donne è solo un passo verso il matrimonio

da , il

    convivenza e matrimonio

    Le donne amano la convivenza? Si, ma solo perché la vedono come un passo obbligato verso il sognato matrimonio. Questo dato emerge da uno studio dell’Università della California Hastings di San Francisco: gli studiosi hanno chiesto a 200 uomini e donne quali sarebbero le loro motivazioni principali per andare a vivere con il partner. Sia per l’uomo che per la donna, la convivenza ha dei vantaggi: il poter condividere le spese e la possibilità di vedersi più spesso. Tutto qua? Evidentemente no, perché nella voglia di andare a convivere c’è anche dell’altro.

    Le donne vedono la convivenza come un passo obbligato prima del matrimonio e lo fanno solo in attesa di ricevere la tanto sospirata proposta. Per gli uomini, la motivazione principale è invece un po’ meno nobile: ovvero avere la possibilità di “consumare” ogni volta che desiderano!

    I risultati dello studio sono anche stati pubblicati sul ‘Journal of Family Issues’: circa quattro milioni di cittadini britannici hanno scelto la convivenza invece del matrimonio. La motivazione che spinge soprattutto gli uomini a convivere è, come sottolinea la professoressa Penelope Huang “l’idea che la convivenza permetta di fare l’amore più spesso è stato sottolineato molto di più dagli uomini nel nostro studio che dalle donne”.

    La Huang continua: “Alcuni uomini hanno mostrato qualche rimorso per aver perso l’opportunità di avere rapporti con altre donne”.

    Si potrebbe dunque parlare di “livelli di impegno” differenti tra uomini e donne che affrontano la convivenza? “Vivere con qualcuno non è necessariamente un impegno. Se le donne pensano che sia un trampolino di lancio verso il matrimonio, devono metterlo in chiaro fin dall’inizio”, dice Pauline Rennie-Peyton, psicologa specializzata in problemi di coppia.