Coppia litigiosa: il motivo è nella vostra dieta?

da , il

    litigi-di-coppia

    Coppia litigiosa, il motivo è nella vostra dieta? Pochi zuccheri, tanti litigi, altro che luogo comune, a dimostrarlo, prove alla mano, ci hanno pensato fior fiore di esimi scienziati. Secondo un recente studio condotto su 107 coppie sposate, pubblicato online su Pnas, il vero detonatore della rabbia sarebbe infatti la fame, in particolare quella di zuccheri! Per avvalorarne la veridicità, i ricercatori hanno addirittura tirato in ballo una delle pratiche animiste più antiche e controverse al mondo: il voodoo! Durante l’esperimento, chi aveva lo stomaco vuoto ha infilzato il “simulacro” di pezza che rappresentava il partner con un maggior numero di aghi, a dimostrazione che un ridotto livello di glucosio aumenta l’aggressività. Per evitare la guerra tra le pareti domestiche, sarà quindi il caso di introdurre nella dieta una gran quantità di zuccheri… cioccolato compreso!

    Calano gli zuccheri, aumenta l’aggressività

    La ricerca condotta dal docente di comunicazione e psicologia Brad Bushman della Ohio State University (Usa), insieme ai colleghi dell’Università del Kentucky e della University of North Carolina di Wilmington, ha dimostrato con prove schiaccianti che “non vederci più dalla fame” ha effetti collaterali particolarmente insidiosi per la coppia.

    E’ soprattutto la carenza di zuccheri nel sangue a scatenare l’aggressività reciproca, trasformando anche i partner più mansueti in belve pronte a sferrare l’attacco. Bushman ha infatti spiegato: “Il glucosio è la benzina del cervello e l’autocontrollo necessario per tenere a freno gli impulsi aggressivi richiede energia. Benché il cervello rappresenti appena il 2% del peso corporeo totale, infatti, consuma il 20% circa delle calorie che ingeriamo.” Anche se qualcuno sostiene che il litigio fa bene alla coppia, se preferite la pace coniugale, allo zucchero non dovete rinunciare!

    I ricercatori dimostrano la teoria con il voodoo

    Per dimostrare la veridicità dell’insolita teoria, ribattezzata dagli anglosassoni “hangry” (angry + hungry), ovvero la “fame arrabbiata”, i ricercatori hanno ben pensato di ricorrere al voodoo. Ai partner coinvolti nel primo esperimento è stato chiesto di misurarsi, per 21 giorni consecutivi, i livelli di glucosio nel sangue prima di colazione e prima di coricarsi. Dopodiché, in sede separata, il loro compito consisteva nell’infilare da zero a 51 spilloni nella bambolina che simboleggiava l’amato/a, in base al livello di rabbia provato nei suoi confronti. Più basso era il livello di zuccheri nel sangue, più alto il numero di aghi conficcati nell’alter ego di pezza.

    Un secondo esperimento ha confermato il risultato: in questo caso gli sposini hanno dovuto confrontarsi in una gara al computer. Alla comparsa di un segnale rosso sullo schermo, erano tenuti a premere il prima possibile un bottone: il più veloce dei due doveva inviare un rumore molesto al partner, stabilendone a priori intensità e durata. Indovinate chi di loro si è dimostrato più perfido? Ovviamente i partner affamati di zucchero, gli stessi peraltro che avevano infilato più spilloni nella bambola voodoo. Il consiglio per non litigare con il partner è di correggere al più presto la vostra alimentazione!