Corteggiamento online, vietato fare errori grammaticali

da , il

    seduzione online regole flirt

    La seduzione è un’arte che ha cambiato forma nel tempo. Già, proprio così. Come il galateo e le regole di bon ton, anche il corteggiamento ha dovuto adeguarsi alla modernità e alle nuove tecnologie. Internet, in primo piano, ha davvero rivoluzionato la vita delle persone. C’è però una regola che non si è modificata: attenzione agli errori grammaticali. Online è tutto tollerato (si fa per dire) dalle bugie alle biografie un po’ alterate, ma la lingua deve essere perfetta: lo sostiene Zoe Hazelwood, psicologa della Queensland University of Technology, che ha studiato le relazioni sul web.

    La prima cosa che salta all’occhio in una relazione è l’aspetto del partner. Su internet, se non si usa la webcam, purtroppo non si possono utilizzare i giochi di sguardi o il linguaggio del corpo, eppure le persone si formano ugualmente delle opinioni.

    “La gente si forma impressioni del partner online basate su cose come gli errori di ortografia, l’uso di abbreviazioni e acronimi, la quantità di punti esclamativi, l’uso della grammatica”, dice l’esperta. In molti casi questo può essere determinante. È facile lasciarsi sedurre dal modo in cui scrive l’altro o sentirsi imbarazzati se fa troppi errori.

    Il gioco sottile del corteggiamento funziona sulle chat anche tra persone di una certa età. Insomma, non è solo una cosa per giovani. È il caso di una signora di 76 anni. La studiosa ha monitorato anche le sue conversazioni online grazie alle quali ha conosciuto un coetaneo del quale è diventata poi moglie. Una bella storia, estremamente romantica e moderna.