Cosa fare se il tuo lui ti tradisce con un altro uomo

Scopri cosa fare se il tuo lui ti tradisce con un altro uomo: sebbene il tradimento, che sia con una donna o con un uomo, procuri lo stesso dolore, vale la pena reagire allo stesso modo?

da , il

    tradimento omosessuale

    Cosa fare se il tuo lui ti tradisce con un altro uomo? Agli adulteri con l’amante di turno siamo abituate, anche perché di consigli su come affrontare la situazione ce ne sono a bizzeffe. Ma nel caso in cui l’amante sia dello stesso sesso del traditore? Come comportarsi in una situazione simile e come capire se è possibile recuperare il rapporto? I segnali di un tradimento si assomigliano, qualunque siano i gusti del compagno: si assenta spesso, controlla in modo maniacale il telefonino, rientra tardi dal lavoro e così via in un’escalation di comportamenti allarmanti. Ma la reazione, nel caso di un altro uomo, dovrebbe mutare? Ecco alcuni consigli utili per affrontare una situazione simile.

    Accertarsene

    accertarsi di un tradimento

    Prima di passare al confronto faccia a faccia, è bene accertarsi che i sospetti siano validi. Non occorrono appostamenti strategici, basta un po’ di attenzione in più ai dettagli: capelli di colori insoliti, tendenzialmente corti, sugli abiti del tuo lui, profumi maschili che non sono suoi e via dicendo.

    Parlarne

    parlare

    Inutile dirlo, che si tratti di un amante uomo o donna, il primo consiglio utile consiste nel parlarne con il partner. Può sembrare difficile affrontare un argomento tanto spinoso ma prima o poi sarà inevitabile farlo. Tanto vale iniziare.

    Affrontare l’argomento omosessualità

    omosessualità

    La sessualità è talmente variegata che tutto è concesso: ci sono uomini omosessuali che amano le donne, uomini etero che ogni tanto preferiscono concedersi a un uomo, insomma non esiste una regola fissa. E non è detto che un marito/compagno che tradisce con un uomo sia necessariamente un ragazzo gay. Potrebbe trattarsi di una scappatella trasgressiva senza conseguenze. Per capirlo è necessario affrontare la questione apertamente.

    Evitare di colpevolizzare l’altro

    litigare

    Un tradimento, che sia con un uomo o con una donna, è sempre tale. Ma se cela un’omosessualità latente non è certo il caso di infierire con sensi di colpa. Il tradimento va considerato a parte, la possibilità che il compagno sia gay va invece valutata con un metro di misura diverso. Non è una colpa ma magari un desiderio represso, che nulla toglie all’affetto per te.

    Capire cosa si vuole dal rapporto

    tradimento

    Come con qualunque tradimento, è importante capire cosa si desidera dal rapporto, cosa funziona e cosa non funziona, quant’è la voglia di stare insieme e se c’è una minima possibilità di recuperare la relazione e di perdonare il tradimento. Ma per riuscirci entrambi i partner devono aprirsi l’uno all’altro, in totale sincerità.

    Non aggredire

    non aggredire

    Aggredire il partner che ti ha tradito con un altro uomo equivale a bloccarlo. Perché se nel tradimento con una donna l’errore è palese, nel tradimento con una persona dello stesso sesso subentra la vergogna e, quindi, la tendenza a mentire aumenta. L’aggressività non fa che peggiorare la situazione, inducendo il traditore a non svelare la verità, qualunque essa sia.