Crisi di coppia dopo la nascita di un figlio: ogni tanto staccate la spina

da , il

    crisi coppia nascita figlio

    Dopo la nascita di un figlio sono molti i coniugi che affrontano una crisi di coppia. L’arrivo di un bambino mette a dura prova le relazioni che devono completamente rivoluzionare la loro vita per far posto a un esserino, che condiziona i bioritmi di tutti. Si dorme poco, si è sempre stanchi e ansiosi (soprattutto i primi mesi) e ci si sente disorientati. Improvvisamente il nostro partner è diventato il papà, noi le mamme e nulla sembra più essere come prima. C’è un modo per superare questa fase? Ovviamente sì e sicuramente superati i primi mesi di assestamento, la nuova dimensione sarà ancora più bella e stimolante.

    La crisi di coppia post partum

    La crisi dopo il parto di solito tocca soprattutto l’aspetto più intimo delle relazioni. C’è un calo del desiderio e al 90 percento è determinato dalle donne. Dopo la nascita del bambino c’è uno stato psicofisico che non invoglia le mamme: il parto, di qualsiasi natura sia stato, è sicuramente un evento traumatico proprio a livello fisico e quindi è necessario aspettare che certe ferite guariscano, poi c’è l’influenza ormonale che ha il suo peso. Questa fase di solito dura il primo trimestre e i papà devono avere un po’ di pazienza, anche se tra poppate notturne e pianti del pupo saranno così stanchi da non accorgersi di nulla. I problemi iniziano un po’ più avanti.

    Le donne e la relazione con il loro corpo

    Oltre ai problemi fisici che abbiamo appena elencato, c’è quello psicologico che a volte pesa più di un macigno nel letto. Guardarsi allo specchio e non riconoscersi. I chili di troppo, un senso stanco dall’allattamento e poi i segni sul viso delle notti insonni. Non siete assolutamente diventate un mostro, tutto tornerà come prima. Bisogna solo avere pazienza e cercare di non lasciarsi demoralizzare. Come fare? Intanto partendo dal presupposto che non potete fare tutto da sole. Ogni tanto avete necessità di staccare e in questo senso sono importanti i nonni e le baby sitter. Ritagliatevi un paio d’ore la settimana per voi, per fare un massaggio o semplicemente per dormire. Vi sentirete meglio. Poi finito l’allattamento, farete in modo di recuperare anche la forma fisica.

    La gelosia dei papà

    Non bastano il parto, le coliche del bimbo e magari tutti i classici imprevisti che capitano le prime settimane dalla nascita, c’è anche la gelosia dei papà. Molti uomini si sentono spodestati. Prima non avete occhi se non per lui. Vi facevate belle, preparavate delle cenette o semplicemente eravate disponibili per gestire la vostra vita di coppia in base ai vostri desideri. Ora non è più così. Cari uomini, siate collaborativi e provate a capire che non c’è proprio nulla da essere gelosi? Piuttosto se volete le attenzioni della vostra partner, aiutatela quanto più possibile. Inoltre, per evitare che il bambino occupi tutti gli spazi mettete dei limiti: evitate per esempio di farlo dormire nel lettone e poi affrontate questo problema parlandone. Non chiudetevi nelle vostre paranoie, ma discutetene insieme.