Donne più longeve: ecco la spiegazione scientifica

da , il

    Le donne vivono più lungo degli uomini: questo ormai è un dato appurato. Scordatevi l’idea per cui la vita di una donna sia più tranquilla e meno stressante (anzi, ma chi lo dice?!) : sarebbe tutta colpa (o merito, dipende come la si guarda…) dello sperma maschile, che ha effetti nocivi sulla longevità dei mammiferi. A confermare questa tesi è arrivato anche uno studio pubblicato sulla rivista «Human Reproduction», che sottolinea come le donne sopravvivono in media un terzo in più dei maschi.

    Il professore Tomohiro Kono dell’Università dell’Agricoltura di Tokyo e dal suo collega Manabu Kawahara hanno creato in laboratorio delle femmine di topo usando il materiale genetico di due madri e senza intervento maschile (!).

    Hanno così scoperto che queste femmine hanno vissuto una media di 186 giorni in più rispetto ai topi nati da un tradizionale mix di geni materni e paterni.

    Questi topi nati da due femmine inoltre sarebbero più piccoli, sani e co un migliore sistema immunitario rispetto a quelli “tradizionali”.

    «Sappiamo che in quasi tutte le culture del mondo le donne vivono più a lungo degli uomini e che questo accade anche in molte altre specie di mammiferi, ma il motivo era sconosciuto. Ma grazie al nostro studio è stato possibile riscontrare come i due sessi reagiscano diversamente in tema di longevità a livello del genoma, suggerendo così che il genoma maschile abbia un effetto negativo sull’aspettativa di vita dei mammiferi, ed è stato inoltre possibile rispondere alla domanda se la longevità sia controllata dalla composizione del genoma di uno o di entrambi i genitori e, quindi, probabilmente capire perché le donne sono in vantaggio sugli uomini quanto ad aspettativa di vita», ha spiegato il professor Kono ai giornali.