Fare il primo passo con un uomo

da , il

    Lui ci piace, ma non sappiamo come farglielo capire. La cosa più banale (e più normale) sarebbe andare là e presentarci oppure se già lo conosciamo dirglielo. Dal lato pratico non è così facile, subentra l’imbarazzo è la paura del rifiuto.

    I luoghi comuni dicono che deve essere l’uomo a fare il primo passo. Donne, siamo nel 2009 cerchiamo di non lasciarci condizionare. Essere sfrontate e servirsi su un piatto d’argento non va bene, soprattutto perché i signori uomini rischiano di non prenderci sul serio, di usarci per un’avventura e buttarci via come un clinex. Ma questo non vuol dire non fare il primo passo.

    Cerchiamo di individuare delle regole semplici per agire. Non dobbiamo essere troppo invadenti, gli uomini detestano le ragazze che si autoinvitano dappertutto. Dobbiamo però mostrarci interessate alle loro attività, non tiriamoci sempre indietro se si organizza una serata in compagnia e non si fa proprio ciò che piace a noi. Detto questo non devote cambiare i vostri gusti.

    Evitiamo di fare quelle troppo sicure o lo faremo scappare. Purtroppo amano avere la sensazione di gestire il rapporto, anche se nella maggioranza dei casi è la donna che decide (e gli fa credere il contrario) e al tempo stesso siate convinte di quello che state facendo. Cercate di essere naturali e disinvolte. Per il look: dovete sempre di essere carina ma non vestirvi da sera per una birra in un pub. Sarebbe esagerato e ridicolo.

    Una volta intrapresa questa strada arriva un punto in cui dovrete essere più esplicite (non troppo, affinché possiate dire che lui ha frainteso). Dopo una serie di occhiatine, uscite in gruppo, invitatelo fuori. Non deve essere un vero appuntamento, ma solo il modo per stare un po’ da soli e testare anche voi gli interessi.