Fidanzata virtuale? La donna più amata dai giapponesi

da , il

    Fidanzata virtuale

    I giapponesi sono dei veri fenomeni nel realizzare videogiochi, ma anche in amore. Sappiamo bene, infatti, che spesso le provocazioni più bizzarre arrivano proprio dal Paese del Sol Levante. Pensate a quel gruppo di persone che urlava il proprio amore al partner pubblicamente. Come rappresentante del genere femminile, mi sento un po’ offesa. Dall’inizio dell’estate, oltre 1500 giovani uomini giapponesi hanno scelto Atami come meta loro vacanze romantiche. Perché? È una bella località, ma ciò che li ha attirati è la possibilità di fidanzarsi virtualmente e trascorrere con la loro ragazza una piacevole vacanza, tra alberghi a tema e ristoranti.

    Atami è il primo posto al mondo a ospitare delle strutture attrezzate per giocare a Love Plus, videogame Nintendo Ds che offre l’opportunità di “fidanzarsi” con una ragazza virtuale. Avete capito? Tra l’altro non è neanche gratuito.

    Il pacchetto per la vacanza costa circa 500 dollari. Il giocatore se dimostra di essere un latin lover e rendere felice la propria ragazza può vincere un viaggio virtuale nella cittadina giapponese. Ma c’è bisogno di simulare un fidanzamento? Non vi bastiamo in carne e ossa?

    Le strutture alberghiere del posto si sono subito adeguate alla situazione. Il personale degli hotel è addestrato per rendere la permanenza, a chi si presenta con una console a seguito e una prenotazione per due, il più gradevole possibile. Anche i ristoranti si sono adattati, alcuni propongono piatti virtuali per le ragazze immaginarie.