Flirtare in ufficio può costare il posto di lavoro

da , il

    Ammiccare al compagno di scrivania o fare battutine seducenti durante la pausa caffè al lavoro? Forse d’ora in poi sarà meglio evitare. Seduzione e ufficio non vanno molto d’accordo: e questo binomio è costato anche il posto ad una giovane tirocinante della Deloitte, costretta a dare le dimissioni dopo aver ideato una mail scherzosa, per eleggere il più sensuale dell’ufficio. La cosa non deve essere piaciuta molto ai suoi capi e la 22enne è stata costretta a lasciare il suo posto di lavoro. La mail prevedeva nove categorie diverse, dal «corpo più in forma» al «ragazzo con la miglior personalità», fino a quello con cui «si sarebbe dormito volentieri», ed è stata inviata alle colleghe che avrebbero dovuto votare ed eleggere l’uomo più desiderabile dell’ufficio.

    Peccato però che questa mail, dal titolo «Deloitte First-Year Analysts Christmas Awards», si stata poi inoltrata anche al di fuori dell’ufficio, facendo letteralmente il giro del mondo.

    «Era solo uno scherzo per celebrare il Natale ed è stato un autentico choc vedere che una mail potesse diffondersi in questo modo ed arrivare tanto lontano. E’ stato pazzesco ricevere delle mail da ogni parte del mondo e da gente che mi diceva che avevo regalato loro un sorriso. Mi hanno risposto anche dei colleghi maschi che si sono autovotati nelle varie categorie e tutti erano molto divertiti. Certo, ragionando con il senno di poi, è stata una cosa davvero stupida da fare, ma non c’era nulla di controverso o sessista. Ovviamente, potessi tornare indietro, farei molta più attenzione a mandare in giro delle mail», si giustifica l’impiegata.

    E ha continuato «Appena mi sono resa conto che la mail era stata girata anche fuori dall’ufficio, ho capito che sia la mia reputazione che quella della Deloitte erano state danneggiate e, perciò, ho deciso di andarmene di mia iniziativa e so di aver preso la decisione giusta. Quella del premio è stata una mia idea, pensata giusto per ridere ed è qualcosa di cui ormai tutti parlano in ufficio e nel paese. Ma in tutti i contratti della Deloitte c’è scritto che noi non dobbiamo usare le mail per uso personale e sapevo che così facendo avrei infranto le regole».

    Ma a noi un dubbio rimane…chi sarà stato eletto “il maschio più sensualedell’ufficio”!?.