Frasi belle d’amore, le poesie di William Shakespeare

da , il

    Citazione colta o semplice poesia d’amore? Se volete fare colpo e impressionare il vostro fidanzato cosa c’è di meglio che dedicare un passo eterno della poesia di William Shakespeare?

    Il poeta ha scritto molte poesia d’amore bellissime e molto coinvolgenti. Ecco la più famose.

    Il mio occhio s’è fatto pittore ed ha tracciato

    L’immagine tua bella sul quadro del mio cuore;

    il mio corpo è cornice in cui è racchiusa,

    Prospettica, eccellente arte pittorica,

    Ché attraverso il pittore devi vederne l’arte

    Per trovar dove sia la tua autentica immagine dipinta,

    Custodita nella bottega del mio seno,

    Che ha gli occhi tuoi per vetri alle finestre.

    Vedi ora come gli occhi si aiutino a vicenda:

    I miei hanno tracciato la tua figura e i tuoi

    Son finestre al mio seno, per cui il Sole

    Gode affacciarsi ad ammirare te.

    Però all’arte dell’occhio manca la miglior grazia:

    Ritrae quello che vede, ma non conosce il cuore

    Per la verità, io non ti amo coi miei occhi,

    perché essi vedono in te un mucchio di difetti;

    ma è il mio cuore che ama quel che loro disprezzano

    e, apparenze a parte, ne gode alla follia.

    Né i miei orecchi delizia il timbro della tua voce,

    né la mia sensibilità è incline a vili toccamenti,

    né il mio gusto e l’olfatto bramano l’invito

    al banchetto dei sensi con te soltanto.

    Ma né i miei cinque spiriti, né i miei cinque sensi

    possono dissuadere questo mio sciocco cuore dal tuo servizio,

    avendo ormai perso ogni sembianza umana,

    ridotto a schiavo e misero vassallo del tuo superbo cuore.

    Solo in questo io considero la mia peste un bene:

    che chi mi fa peccare, m’infligge pure la penitenza

    Non sarà che alle nozze di animi costanti

    Io ammetta impedimenti, amore non è amore

    Che muta quando scopre mutamenti,

    O a separarsi inclina quando altri si separa.

    Oh no, è un faro irremovibile

    Che mira la tempesta e mai ne viene scosso;

    Esso è la stella di ogni sperduta nave,

    Remoto il suo valore, pur se il suo luogo noto.

    Amore non soggiace al tempo, anche se labbra

    E rosee guance cadranno sotto la sua arcuata falce.

    Amore non muta in brevi ore e settimane,

    Ma impavido resiste fino al giorno del Giudizio.

    Se questo è errore, e sarà contro me provato,

    allora io non ho mai scritto, e mai nessuno ha amato.