Gelosia, come domare le nostre paure

da , il

    È qualcosa che ti mangia dentro, sembra inarrestabile. Come si può placare la gelosia? In realtà possiamo concentrarci e cercare di seguire una serie di strategie. Il mio consiglio, da persona gelosa, è soprattutto per chi soffre di questa paranoia (a volte fondatissima). I primi a stare male siamo noi, ci avveleniamo la vita dimenticandoci quanto può essere bello amare ed essere amati. Con gli anni, e un po’ di maturità, io sono migliorata e spero che questi consigli siano utili anche a voi, per ritrovare la serenità e l’intesa giusta. La prima cosa da fare è ammettere la propria debolezza.

    È un po’ come ammettere una dipendenza. Spesso si colpevolizza l’altro delle proprie insicurezze, invece dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. Mettiamola così: fa parte della nostra sensibilità. Poi siamo consapevoli che non c’è modo di cacciarla: dobbiamo però imparare a moderarla. Va dosata. Non possiamo ossessionare il partner.

    Quando proprio ci sentiamo un nodo alla gola (es. lui esce con gli amici, ma sarà vero? Perché non mi chiama? E’ in ritardo di cinque minuti?) respiriamo e cerchiamo di pensare ad altro. Usciamo anche noi che le amiche o telefoniamo a qualcuno per fare due chiacchiere e magari parlarne.

    Non potete riversare le vostre ansie sul partner o si sentirà costretto a modificare la sua vita per starvi accanto. Alla lunga questo porterà una frattura. Cercate piuttosto di imporre delle regole: il giovedì c’è il calcetto, il mercoledì l’aperitivo con i colleghi. Concedetegli degli spazi solo suoi. Con il tempo vedrete che migliorerà…

    Foto tratte da

    ulss.tv.it/

    tinypic.com

    win-your-ex.com/

    allwomenstalk.com