Giocare: secondo la psicologia fa bene alla coppia

da , il

    Giocare: secondo la psicologia fa bene alla coppia

    Secondo la psicologia giocare fa bene alla coppia. Ma non ci riferiamo al vago divertimento, che può subentrare in tante situazioni diverse, ma del gioco vero e proprio. Per intenderci, quello dei bambini. Nascondino, guardia e ladri, mosca cieca. Attività che stimolano la complicità a tutto beneficio dell’equilibrio sentimentale. Insomma, la panacea per tutti i mali. A saperlo prima!

    Al bando consigli astrusi, strategie e quant’altro, gli psicologi hanno cambiato idea e ora concordano nel ritenere il gioco la migliore terapia per l’amore. Perché? I motivi sono tanti. Si spezza la routine. Si coltiva la positività. Migliora l’intesa. Lo stress diminuisce.

    Ma come fare? Basta riscoprirsi un po’ bambini attingendo all’arte dell’improvvisazione. Nascondino. Mosca cieca. Ma anche giochi più sensuali come travestimenti azzardati in camera da letto o piccoli morsi per stimolare il partner. Insomma, il gioco si può declinare in chiave romantica. Ma attenzione, non esistono regole. Perché ci si diverte di più se si può spaziare con la fantasia. Tuttavia gli esperti un piccolo suggerimento ce lo offrono in proposito, a noi decidere se seguirlo o meno: dedicare al gioco dei momenti prestabiliti ogni settimana in modo che diventi uno spezza-routine regolare. E se poi capita di giocare all’improvviso in altri frangenti ben venga.

    Il gioco allontana, secondo gli psicologi, la paura, lo stress, le preoccupazioni. E persino i tabù a letto. Perché grazie al sorriso l’imbarazzo va scemando. Si può andare in bici, giocare con i videogiochi improvvisando gare divertenti, giocare virtualmente, farsi i dispetti. Insomma, abbandonarsi all’atmosfera ludica in qualunque modo. La fiducia reciproca ringrazia. La cosa bella è che non c’è un limite di età per farlo. Giovani, anziani, adulti, tutti sono chiamati a giocare, senza paura e senza vergogna.

    E poi come dimenticare l’aspetto hot del gioco, non a caso parliamo di “sex toys”. Del piacere sessuale in chiave ludica ne ha parlato anche il sessuologo Fabrizio Qattrini, dedicando all’argomento un intero libro. Che dire, il gioco sembra davvero la soluzione migliore per vivere con serenità la relazione o magari tirarla un po’ su di morale, caso mai ce ne fosse bisogno. E voi che gioco avete in mente per accendere la serata?

    Dolcetto o scherzetto?