I regali di Natale più trash del mondo

da , il

    A Natale non si sa mai cosa regalare. Nel mio caso diventa un incubo: mi ritrovo ogni anno a pensare a decine di pacchetti, i costi sono alle stelle, non ho colpi di genio perché ho troppe cose cui pensare e il 24 ho il classico attacco di shopping “quello che piglio piglio”. Ragazze, se siete anche voi così, dobbiamo darci una calmata. E magari riflette un pochino di più.

    Uomini e donne sono molto diversi nello shopping: loro vanno su ordinazione, noi giriamo per negozi nella speranza di un’idea fortunata. The Guardian ha stilato un elenco dei regali più trash di Natale.

    Leggete bene e consolatevi c’è chi sta peggio di noi. Io mi asciugherei le lacrime anche se il vostro fidanzato non indovina mai il regalo: l’anno scorso mi sono lamentate perché mi ha comprato un coniglio digitale, ma devo dire che più lo guardo e più mi piace soprattutto dopo che ho letto sotto.

    Ecco in ordine l’elenco:

    Lo scalda-pene in panno rosso, decorato con pelliccia sintetica, campanellini e vischio; i vistosi baffi finti per il cane; le acconciature per capelli in plastica gonfiabile da regalare agli amici stempiati; gli evidenziatori elettrici per le orecchie che si colorano di rosso fiammante (ideale per i timidi); le figurine che insegnano a riconoscere gli animali dai diversi tipi di cacca (pare che i bambini ne vadano matti); la sciarpa gialla con la scritta stampata in caratteri giganti “scena del crimine”, per gli appassionati di C.S.I.; lo spazzolino da ombelico per un’igiene a tutta prova; la paperella da bagno vestita e truccata come Michael Jackson.