Il bacio più appassionato è sicuramente italiano

da , il

    bacio appassionato italiano

    È italiano, il bacio più appassionato. Da anni c’è il mito del bacio alla francese, come simbolo di amore e libido, in realtà non sono i francesi, i baciatori più infuocati, ma i residenti nel Belpaese. A sostenerlo è una ricerca condotta dall’Associazione della psicologa Serenella Salomoni su oltre 3.000 turiste di età compresa tra i 25 e i 45 anni. L’occasione di questo sondaggio è il prossimo Kisser Casting, che si svolgerà a Milano il 22 settembre. Vediamo insieme i risultati dell’indagine.

    I migliori baciatori sono gli italiani per cinque motivi fondamentali: sono passionali, sanno consolare maggiormente la loro compagna, la durata dei baci è più lunga, hanno un sorriso più curato e sono più attenti all’igiene orale (dettaglio non trascurabile). Infine, sanno giocare anche con le parole, maestri dunque nell’arte del corteggiamento.

    Al secondo posto, ci sono i cugini francesi (17%), seguiti dagli spagnoli (13%). Greci (10%), Brasiliani (9%) e Olandesi (8%) si piazzano dal quarto al sesto posto. Nella top ten ci sono comunque paesi latini, mentre quelli del Nord Europa sono stati bocciati.

    I motivi? Distaccati, poco affettuosi e subito pronti ad andare oltre. Non sanno il significato della parola “corteggiare” e tendono quindi a bruciare le tappe. Serenella Salomoni ha commentato: “Il bacio è da sempre sinonimo di complicità nella coppia credo che un uomo che dimostri ottime capacità seduttive debba essere necessariamente un buon baciatore. I tempi sono cambiati: le donne non vogliono più il macho a tutti i costi ma preferiscono una figura protettiva e affettuosa che garantisca loro la sicurezza di cui hanno bisogno”.