Il fenomeno del bex, ovvero l’ex fidanzato ora amico

da , il

    coppi

    Il fenomeno del bex, ovvero l’ex fidanzato ora amico, è un pò come il manuale del perfetto riciclo per dare vita a nuovi oggetti, solo che in questo caso si parla di una persona che abbiamo amato e che, dopo mille giri, torna in auge in altra veste. Bex, acronimo di Best ex friend, che se in Inghilterra sarà anche una parola cool, qui in Italia ha un retrogusto strano, e persino un suono che ricorda mandrie di pecore belanti. Eppure…eppure…sono in tante a sostenere che il vecchio ex, riciclato, possa giovare e da lui possano trarsi diversi vantaggi.

    Quando si parla di bex, non può non venire in mente una citazione di una canzone francese di Camille, che dice “y a plus besoin de mode d’emploi, on a déjà fait ça x fois”, ossia, “non c’è più bisogno di istruzioni per l’uso, l’abbiamo usato già centinaia di volte…”, riferendosi agli ex. In effetti gli ex fidanzati rimessi a nuovo e reinvestiti del ruolo di amici, hanno dei vantaggi. Se hai un nuovo boy che non ti convince, possono aiutarti a capire se lui ti tradisce, innanzitutto.

    Sono un libro aperto, ormai, e questo è rassicurante. Ci conoscono perfettamente anche loro, in effetti, e possono servire da specchio, possono metterci davanti alla realtà senza perifrasi o giri di parole di sorta, sbattendoci in faccia la verità, anche quando cruda. I rapporti con l’ex fidanzato che diventa amico devono, però, lasciarsi alle spalle la certezza di ogni tipo di sentimento trascorso, non ci dev’essere neanche il minimo focolaio di sentimento, perchè altrimenti si rischia di soffrire il doppio. Nei panni di nuovo amico fidato, il vostro ex ha la possibilità di farvi notare gli errori commessi nella strategia di conquista di qualche uomo, oppure può darvi consigli su come superare una crisi di coppia (magari non è riuscito a salvare la vostra, ma potrebbe rivelarsi un prezioso alleato e suggeritore!).

    Oltre alla funzione consolatrice di amico e consigliere, che si può rivelare, all’occorrenza, anche un ottimo aiuto per piccoli lavori domestici (non è sfruttamento, non è approfittare del buon cuore, ma è saper cogliere al volo le occasioni!) quando il tubo della doccia perde, ad esempio, e il sabato non si reperisce un idraulico neanche a pagarlo! E poi c’è un risvolto, non trascurabile, dell’ex sotto le lenzuola. Di nuovo, solo che questa volta non c’è coinvolgimento sentimentale, c’è solo affetto. C’è una trasformazione totale che priva di ogni spirito di competizione e che può, proprio per questo, sortire effetti stupefacenti, come quello della soddisfazione totale, dovuta alla mancanza di ogni inibizione. Del resto un ex conosce ogni angolo del nostro corpo, conosce i nostri desideri e sa come esaudirli. O no?