Il tradimento arriva 36 mesi dopo il matrimonio per 7 coppie su 10

da , il

    tradire dopo il matrimonio

    Brutte notizie per le coppie che sognano un matrimonio d’amore e di passione. Pare che il tradimento infatti arrivi a 36 mesi dalle nozze per ben 7 coppie su 10! Un dato allarmante che dipinge un ritratto poco confortante della vita di coppia. Quando il tradimento arriva così presto, soprattutto da parte dell’uomo e in presenza di figli, evidentemente qualcosa che non andava nel rapporto c’era già prima. Fa riflettere anche il dato che sottolinea come solo nel 5% dei casi arrivi anche il pentimento. Ecco i dati della ricerca effettuata da Victoria Milan, sito Internet specializzato in tradimenti coniugali. E per completare il quadretto, è anche emerso che sono proprio gli italiani i più fedifraghi d’Europa!

    Una ricerca condotta durante la manifestazione Io sposa a Milano: solo il 13% degli intervistati ha detto di essere ‘un partner assolutamente fedele‘. Il 34% dice di essere ‘abbastanza fedele‘, mentre il restante 53% si è definito ‘propenso al tradimento‘.

    Da notare che per il 72% degli intervistati la passione finisce prima ancora del terzo anno di matrimonio, mentre per l’11% tutto finisce dopo 6 mesi dal fatidico si. Per un 13% dopo un anno e per il 16% fra il primo e il secondo anno. Solo un 6% di fortunati sostengono che la passione non è mai scomparsa.

    Ma cosa spinge uomini e donne a cercare una scappatella extraconiugale? È soprattutto la noia, che insorge per il 15% degli intervistati entro il primo anno, nel 31% tra il primo e il secondo anno, 23% dei casi dopo 5 anni e nel 22% tra il settimo e il decimo.

    E così gli italiani in media riescono a rimanere fedeli alla moglie o al marito solo 930 giorni quando invece sono 1020 quelli degli svedesi, 1040 dei tedeschi, 1200 dei francesi e 1250 degli spagnoli. Poco spazio anche per il pentimento che pochissimi provano, solo 1 su 5, nonostante un tradimento possa anche decretare la fine del proprio matrimonio.

    Da quanto dicono gli intervistati però, gli italiani oltre che poco fedeli sarebbero anche inclini al perdono. Solo per una persona su tre infatti un tradimento combacia con la fine del matrimonio.