Il tradimento si consuma in pausa pranzo

da , il

    tradimento pausa pranzo

    Il tradimento si consuma in pausa pranzo. Troviamo così una spiegazione a tutte quelle ricerche sullo stile di vita degli italiani e soprattutto sulla loro pessima alimentazione durante le ore di lavoro. Si mangia velocemente, perché non c’è tempo, bisogna mettere le corna al partner. Ovviamente sto scherzando, ma questa notizia mi ha davvero molto colpita. L’ora preferita è tra le 12,30 le 14,30 per sei italiani infedeli su dieci. Il motivo? È difficile essere scoperti e si hanno sempre delle scuse più che plausibili.

    Poi c’è un altro elemento fondamentale: si torna a casa dopo diverse ore, perché bisogna prima rientrare in ufficio e questo permette di riprendersi un pochino: l’odore dell’amante svanisce e si ritrova la giusta concentrazione e distacco. Cosa ne pensate? In effetti non fa una piega, certo che il tradimento è davvero uno stress.

    Qualcuno sostiene poi che abbinare cibo e intimità aumenti il desiderio. Ci sono molti cibi che stimolano il piacere, almeno qualcuno sostiene così, certo è che per preparare o consumare un pranzetto simile ci vuole un po’ più tempo. Non credete?

    Ricordiamoci però una cosa, mangiare bene aiuta ad avere un vita migliore anche sotto le lenzuola. Non saltate quindi il pasto. Pensate che secondo uno studio firmato le “Vie del gusto”, 100 sessuologi e nutrizionisti hanno confermato che l’eros raddoppia in qualità se si assume una dieta sana ed equilibrata. Il segreto? La dieta mediterranea ovviamente, mentre vanno evitati i cibi con troppi zuccheri saturi e grassi animali.