Il turismo sessuale piace molto anche alle donne

turismo uomini donne

Il turismo sessuale non è più una cosa per soli uomini. Per anni ci sono state delle mete molto ambite dai signori per poter fare incontri piccanti, spesso a pagamento. In testa alla classifica delle destinazioni più hot del mondo ci sono sicuramente la Thailandia, così come Santo Domingo o la Giamaica. Ora però questa tendenza è stata sdoganata anche delle signore, che dimostrano di apprezzare un certo tipo di vacanza e non se ne vergognano.

Alcune statistiche hanno dimostrato che sono in continuo aumento le donne che decidono di organizzare un soggiorno in un luogo esotico con l’unico motivo di incontrare qualcuno e rendere diciamo piccante la vacanza. Non si tratta di amore, ma di passione spesso fine a se stessa. Se gli uomini vanno matti per la Thailandia, le signore preferiscono Cuba, il Kenya o la più vicina Capo Verde. Alla base di queste relazioni ci sono ovviamente i soldi. Le donne occidentali, con buone possibilità economiche, si recano all’estero, in zone povere, e riescono ad attrarre giovanotti prestanti, grazie al profumo del contante.

Chi sono queste signore? Non esiste un vero e proprio profilo. In linea di massima sono donne single o single di ritorno, ovvero divorziate, con più di 45 anni. Sono benestanti e spesso anche colte. La vacanza è una distrazione, nel vero senso della parola, e non c’è l’illusione di portarsi a casa il toy boy per poter continuare la relazione anche nel proprio paese, ma sicuramente c’è la voglia di trasgredire e di riprovare quel brivido che si è esaurito tanti anni fa. È ovvio che alcune romanticone sperano sempre che qualcosa cambi e che la scintilla dell’amore possa far breccia nel giovanotto, ma restano davvero una minima parte.

Mettiamoci pure che l’uomo latino o comunque il ragazzo giovane, davanti a una signora in là con gli anni e ricca, spesso ha delle attenzioni molto dolci e delicate. Sono numerose le donne, infatti, convinte che il lui di turno si sia innamorato.

L’uomo con questo tipo di prostituzione ha un approccio diverso: sa benissimo quali sono le regole e non fatica a relazionarsi con disinvoltura, le signore, invece, hanno ancora un po’ di imbarazzo. Jacqueline Sanchez Taylor e Julia O’Connell Davidson, due sociologhe inglesi, hanno intervistato qualche tempo fa circa 240 signore in vacanza in Giamaica e il 60 percento, quindi ben più della metà, ha ammesso di aver avuto una relazione con un giovanotto locale e di averli pagati per le loro prestazioni. Molte donne, inoltre, si persuadono di non aver dato davvero dei soldi per fare l’amore, ma di averli semplicemente aiutati, perché loro sono così poveri.

Segui Pour Femme

Giovedì 05/07/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Segui PourFemme
Scopri PourFemme
torna su