Infedeltà, il traditore si scopre dalla voce

tradimento voce relazione

L’infedeltà è molto diffusa, forse anche troppo. Quasi un italiano su due ha confessato di avere un amante. Attenzione però non bisogna credere a quelle persone che continuano a sostenere di non aver notato nulla: qualcosa nella coppia di solito non va, a prescindere. E poi ci sono sempre degli indizi. Per esempio, gli uomini credono che le donne con la voce troppo squillante siano meno affidabili, mentre le donne sono convinte che gli uomini con un tono di voce molto profondo siano meno fedeli. Anche voi ragazze ne siete convinte? Ammetto che per me è una novità. Ha fatto il punto su questa teoria la McMaster University (in Canada).

Questi ricercatori sono i primi a esaminare la relazione tra la tonalità della voce e l’infedeltà percepita. Secondo gli esperti, permette di comprendere i meccanismi che sottostanno alla scelta del proprio compagno. Infatti, ogni persona ha dei parametri di riferimento e cerca di non impelagarsi in storie poco convincenti già all’inizio.

Sono state fatte ascoltare, a un gruppo di volontari, alcune voci. “In termini di strategia sessuale abbiamo riscontrato che sia gli uomini sia le donne usano la tonalità della voce come un segnale di tradimento futuro. In particolare credono che siano portati a tradire le donne con un tono alto e gli uomini con una tonalità profonda”, spiega Jillian O’Connor, che ha guidato lo studio.

C’è una spiegazione scientifica. Gli uomini con la voce bassa hanno alti livelli di testosterone, mentre le donne con la voce squillante sono “piene” di estrogeni. Ecco perché ci sono queste associazioni con l’adulterio. Ecco perché dietro a una supposizione priva di fondamento scientifico si nasconde una grande verità.

Segui Pour Femme

Martedì 08/03/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Segui PourFemme
Scopri PourFemme
torna su