L’amore finisce in vacanza

da , il

    Tutti felici di partire, abbiamo organizzato i bagagli, l’itinerario e siamo pronti per passare dei giorni indimenticabili con il proprio lui. Brutte notizie. La psicoterapeuta Gisella Forlì, dell’Ordine degli psicologi della Lombardia, esperta della terapia di coppia, ha stimato che il 30% degli amori termina proprio in questa fase dell’anno.

    L’estate favorisce i nuovi amori, ma col caldo scoppiano quelli vecchi. Forse il problema sta proprio nella voglia di fare nuove esperienze, di uscire dalle quattro mura casalinghe per dedicarsi a se stessi. Questo cambiamento destabilizza molti rapporti, abituati ad alcune rassicuranti situazioni, che il più delle volte celano malesseri e rapporti ormai logori.

    Quelli più a rischio sono coloro che hanno superato i 40anni. “La routine le lega, le tiene unite anche nella difficoltà, mentre i ritmi rilassati della vacanza e il maggior tempo libero rischiano di rivelarsi un’arma a doppio taglio” racconta la psicologa ad Adnkronos.

    Talvolta la rottura avviene prima della partenza, perché già lì s’individuano i primi scenari in cui si mettono in luce le incomprensioni: mare o montagna? Vita notturna o tranquillità? Una valigia o due? I motivi di discussione sono futili, se poi subentrano le paure o la presenza di un alto (altra)… La fine sembra essere una tappa obbligatoria. Chi rientra dalle ferie insieme, riprende la routine serenamente.