La fedeltà fa bene alla salute

da , il

    Fedeltà salute

    La fedeltà non è solo una questione morale ma anche di salute: chi non tradisce infatti è anche meno sottoposto a stress e tutto questo si ripercuote positivamente sulla salute. Chi invece intrattiene relazioni extraconiugali sarà più portato all’ansia e al nervosismo che possono peggiorare lo stato di salute soprattutto dei maschietti. Questa condizione è stata confermata da vari studi italiani: il primo è stato condotto dal Dipartimento di fisiopatologia medica dell’università degli Studi di Roma La Sapienza mentre il secondo è stato condotto dai ricercatori dell’Unità di andrologia del Dipartimento di fisiopatologia clinica dell’università di Firenze e ha coinvolto 4000 uomini.

    Ecco cosa hanno scoperto gli esperti del primo studio: «Somministrando testosterone al campione abbiamo scoperto che la capacità dell’insulina di fare entrare zuccheri nelle cellule aumenta in media del 25%, mentre le citochine diminuiscono del 20%, riducendo così gli stati pro-infiammatori. Inoltre, migliora la composizione della massa magra corporea a scapito della grassa. Questi fattori predispongono alla comparsa di patologie a carico del sistema cardiocircolatorio, al diabete e alle patologie cardiocircolatorie» ha spiegato Andrea Lenzi, direttore della ricerca e presidente della Società italiana di andrologia.

    I rapporti fisici quindi dovrebbero concorrere alla produzione di testosterone che coincide con una migliore situazione cardiovascolare e miglior metabolismo. In realtà però quello che influenza davvero è la qualità del rapporto: quelli clandestini infatti non fanno altro che aumentare la tensione e il rischio cardiovascolare nell’ uomo.

    Stress, tensioni, aumento di peso, abuso di alcol e fumo sono tutte situazioni tipiche di chi vive una relazione extraconiugale che di certo non fa bene alla salute.