La festa degli Innamorati si passa con la moglie, San Faustino con l’amante

da , il

    festa innamorati 2012

    La festa degli Innamorati dovrebbe essere un momento di gioia per tutte le coppie. È un giorno come un altro, questo è vero, ma è anche il modo per dirsi ti amo e ricordare i motivi per cui si sta insieme. È anche la fiera dell’ipocrisia, se guardiamo i dati sulla fedeltà. Solo il 30 percento delle coppie è felice, fedele e innamorata, il restante 70 ha almeno un amante o ha vissuto una scappatella. Ha senso in questo contesto scambiarsi cioccolati e fiori? Non lo so. Sta di fatto che i fedifraghi scelgono il 15 febbraio per celebrare l’amore clandestino.

    La ricorrenza dedicata agli innamorati si passa con la propria moglie o con il proprio marito. È difficile riuscire a sdoppiarsi in quest’occasione e il pericolo è quello di insospettire un po’ troppo il partner ufficiale. Così all’amante si concede il giorno successivo, ovvero il patrono dei single.

    Secondo il portale Incontri-Extraconiugali.com, la festa dei cuori solitari, San Faustino, viene indicata anche dagli amanti fedifraghi come data preferita per celebrare il San Valentino extraconiugale. E voi, care amiche, come passerete questo martedì così speciale con il fidanzato o con quello di riserva? Dai, facciamo un sondaggio.

    Lo staff del sito ha dato qualche consiglio per evitare di farsi beccate: “Meglio piuttosto, anticipare il rendez-vous clandestino alla giornata precedente a quella di Cupido, possibilmente prendendo un giorno di ferie oppure fingendo impegni di lavoro in serata, magari proprio con la scusa di potersi meglio liberare per il giorno successivo da dedicare alla dolce metà ufficiale”. Direi che si tratta di un buon consiglio, sempre che abbiate una vita sentimentale così caotica. Vi prego di lasciare qualche altro suggerimento.