La foto del bacio gay del marine americano che spopola sul web

da , il

    marine americano bacio gay

    La foto di un bacio gay di un marine americano al suo ritorno da una missione sta facendo il giro del web: una semplice foto di un gesto d’affetto che diventa il simbolo della lotta ai pregiudizi. E sono davvero tantissimi i pregiudizi e le ipocrisie sull’amore gay all’interno delle forze armate, americane ma non solo. Considerati ambienti “da uomini veri” nei marines o in altri corpi delle forze armate non c’è posto per gli omosessuali: finalmente invece grazie a questa foto si dimostra come amare un altro uomo non possa certo essere una discriminante per nessuno!

    La politica delle forze armate americane, osteggiata anche dal Presidente Barack Obama, si basa su una frase tanto semplice quanto agghiacciante: «Don’t ask, don’tell» (ovvero «non chiedere non dire»). Nessuno chiede e nessuno deve mostrare il proprio orientamento sessuale.

    Ovviamente il problema sta solo quando il proprio orientamento sessuale non è etero come quello della maggior parte dei marines. Questa foto invece ci ricorda che l’amore è semplicemente amore e che l’etnia, il genere e l’età non hanno importanza. Come un uomo che corre dalla sua amata dopo mesi di separazione, il marine della foto è corso dal suo compagno. Che male c’è?

    “Il mio compagno ed io vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno risposto in modo positivo a questa immagine”, ha dichiarato il sergente Morgan. Il sergente però, con questo gesto non voleva scandalizzare nessuno e tanto meno dimostrare qualcosa. Semplicemente dopo mesi di lontananza ha voluto dimostrare tutto il suo amore e la felicità di rivedere il compagno Dalan Wells.

    Una fotografia bellissima che assume un significato ancora più importante vista la bandiera americana che campeggia alle loro spalle.

    “In quanto veterano dell’esercito e gay questa foto mi ha fatto venire le lacrime agli occhi”, ha detto un uomo sulla pagina Facebook di «Gay Marines», come riportato dal quotidiano New York Daily New. “Anche nei miei sogni più folli, non avrei mai creduto di poter vedere una cosa simile prima di morire”.