La gelosia retroattiva colpisce il 78% degli innamorati

gelosia retroattiva vecchi amori

La gelosia retroattiva non è un fenomeno così strano o isolato. Può sembrare strano provare insicurezza verso un amore del passato, magari sepolto dalla polvere e dal dolore, ma è un sentimento molto comune. È abbastanza normale temere che il partner pensi ancora alla sua ex, che faccia dei paragoni o senta la nostalgia di un rapporto che è stato molto importante. Purtroppo non possiamo né controllare né leggere nei pensieri di chi amiamo e dobbiamo solo imparare a convivere con quella che è la storia della persona cui stiamo accanto.

L’incubo della gelosia retroattiva

Discutere per un ex è abbastanza tipico e spesso, purtroppo, questo tipo di litigata porta alla fine della relazione. L’ha dimostrato un nuovo sondaggio firmato da Eliana Monti, specializzato nella ricerca dell’anima gemella. Dopo aver intervistato circa 2 mila persone, è emerso che il 59 percento delle persone ha detto basta a una nuova storia proprio perché non sopportava la presenza (anche virtuale) dell’ex partner del fidanzato. Il 78 percento soffre di gelosia retroattiva e il 27 percento cerca di chiarire la questione con una conversazione civile, mentre il 12 percento non vuole affrontare l’argomento. Solo il 3 percento ammette di essere geloso, ma non vuole discutere dell’argomento per paura che il partner possa ripensarci. Il 22 percento, invece, dice di non essere geloso. La gelosia retroattiva comunque non tocca soltanto il ricordo dei vecchi amori, ma anche la famiglia o l’amica del cuore, motivo di grandi discussioni.

Come superare la gelosia retroattiva

Non è ovviamente un sentimento razionale e proprio per questo motivo è davvero difficile da gestire. La prima cosa da fare è cercare di capire che ognuno di noi ha un passato ed è risultato della persona che siamo diventati. È difficile soffrire di gelosia retroattiva a 15 anni, ma a 25 è già più comune e 40 è un must. Chiudete quindi l’ex in un cassettino segreto e dimenticatevi la sua esistenza. Il secondo step è chiedervi come mai vi dia così fastidio. Se il partner si dimostra ancora realmente coinvolto, allora forse è meglio affrontare con lui la questione. È inutile fingere che non ci sia un problema: per superarlo bisogna affrontarlo. E poi mica vorrete vivere nel dubbio o attendendo il ritorno di fiamma tra i due? Eliana Monti ha quindi commentato: “Quando la gelosia ci porta a soffrire di veri e propri attacchi d’ansia, la soluzione migliore è la psicoterapia di coppia: se, infatti, il fantasma degli ex non riesce a essere superato all’interno del rapporto, la cosa migliore è farsi aiutare da uno specialista”. Un consiglio prezioso.

Segui Pour Femme

Giovedì 31/05/2012 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Scopri PourFemme
torna su