La nostra felicità dipende da quella di chi amiamo

da , il

    Forse questa è una visione un po’ troppo positiva, ma è venerdì e credo che chiudere la settimana sognando un pochino possa essere di buon auspicio. Avete mai pensato a ciò che vi rende davvero felici: una torta, un sorriso, un grande amore, una vittoria sul lavoro, i vostri figli? Sono tante le cose tra cui scegliere, però sarò un’egoista ma non mi era mai venuta l’idea che la mia felicità sia proporzionale a quella delle persone che amo. È ovvio che li voglio vedere stare bene, ma parto dal presupposto che sarà così comunque. E poi vedo tante coppie litigare o manifestare gelosie/competizioni per il successo altrui.

    Mettiamola così, nella vita reale siamo più biechi di quanto vorremmo e per essere contenti dovremmo seguire la teoria pubblicata nel libro’Gender Inequalities In The 21st Century’, scritto da Jaqueline Scott, docente di Cambridge. Ovviamente si sostiene che la chiave della felicità sia in quella dei nostri cari.

    Dopo una lunga ricerca è stato dimostrato che si lavora a garantire la felicità ai membri della propria famiglia per conseguire la propria. La salute risulta al primo posto tra gli obiettivi, senza differenze di genere. La famiglia è giudicata essenziale dal 49% delle donne e dal 38% degli uomini, il denaro dal 38% degli uomini e dal 33% delle donne. E sono anche il primo motivo di litigio! Forse anche questo è un modo per essere un po’ egoisti.

    Foto tratte da

    dreamstime.com

    mutuo-prestito.org