La verità sulla rottura tra Alessandro Preziosi e Vittoria Puccini

da , il

    verita rottura preziosi puccini

    Oggi torniamo a parlare di un argomento molto caldo: la rottura tra Alessandro Preziosi e Vittoria Puccini. L’attore in una recente intervista a Vanity Fair spiega proprio il motivo della rottura con la compagna da cui ha anche avuto una figlia. Molto amore ma anche qualche tradimento, forse una crisi che i due non sono riusciti a superare. Vittoria Puccini e Alessandro Preziosi formavano una delle coppie indiscutibilmente più amate di sempre. Vediamo insieme quali sono i motivi che hanno spinto i due a dirsi addio, anche se forse non per sempre!

    Da qualche settimana non si parla che della coppia formata da Vittoria Puccini e Claudio Santamaria, che sono usciti allo scoperto tra baci e carezze. Alcune foto però immortalano anche la bella Vittoria con l’ex compagno Preziosi e con la figlia, in vacanza come una famiglia normale.

    Ci si sposa in due. Con Vittoria non è accaduto, forse per pigrizia, o per debolezza. Arriva un momento in cui, se ti ami, ti sposi: punto. Purtroppo io, invece di concentrarmi sul mio rapporto di coppia, ho disperso le forze lavorando come un pazzo. Sono andato otto mesi in tournée con Amleto, pensando che, quando mi sarei fermato, tutto sarebbe tornato come prima. E invece, quando mi sono fermato, il nostro rapporto non c’era più”, dice Alessandro.

    Alessandro continua la sua confessione a cuore aperto: “Il rapporto intimo è la cosa più preziosa che c’è. Ma troppi uomini, e ci metto anche il sottoscritto, ne capiscono l’importanza solo dopo che l’hanno un po’ sprecata, dispersa. Se sei una persona fisica come me, è difficile resistere, devi essere molto zen. Ma il rapporto fisico fine a se stesso per me ha il valore di una pubblicità, di uno spot: dura solo tre minuti. La fedeltà dovrebbe essere naturale quando ami una persona: se viene meno, significa che ci sono dei problemi. Il tradimento presuppone insicurezza, il non sentirsi desiderati, a volte lontananze incolmabili. Però può succedere di commettere un errore, è umano. E a me, personalmente, è capitato tanto di perdonare quanto di essere perdonato per un tradimento”.