Lamentarsi fa male alla coppia: lo dice la scienza

Lamentarsi di sicuro non fa bene all'umore e nemmeno alla salute, che ne risente negativamente. Tuttavia ora, grazie a una recente ricerca scientifica, si è scoperto che fa male anche alla coppia. Quando uno dei due partner è negativo, aumenta infatti la probabilità che la relazione naufraghi. Scopriamo perché.

da , il

    Lamentarsi fa male alla coppia: lo dice la scienza

    Lamentarsi fa male alla coppia, lo dice la scienza. Una recente ricerca ha infatti dimostrato che stare insieme a una persona negativa è estremamente difficile così come avere a che fare con un partner che si arrabbia facilmente. Lo studio in questione è stato condotto dall’Università di Chicago e i risultati hanno rilevato che sono soprattutto le coppie in cui lei ha un carattere nervoso e irascibile a essere a rischio, più di quelle in cui il negativo è lui.

    In amore al bando le lamentele

    E’ risaputo che stare con una persona troppo negativa è difficile, ma che addirittura possa far male alla coppia, aumentando il rischio di rottura, è meno noto.

    Ora che però lo ha dimostrato la scienza, con una recente ricerca condotta dall’Università di Chicago, non ci sono più dubbi: quando nella relazione ci si lamenta troppo, la coppia scoppia.

    Non solo, difatti anche il carattere eccessivamente irascibile crea problemi, soprattutto quando ad averlo è la donna. Mentre nelle coppie in cui l’uomo è negativo, la relazione risulta più solida. Tuttavia la stessa ricerca ha evidenziato che stare con un uomo litigioso stanca più in fretta che mettersi con un uomo pacifico.

    Perché lamentarsi fa male

    Questa ricerca non è l’unica ad aver evidenziato la negatività delle lamentele, altri studi nel corso del tempo hanno dimostrato che una persona negativa ha una maggiore probabilità di danneggiare il proprio cervello.

    Tra gli studiosi che si sono interessati all’argomento, citiamo Steven Parton, secondo il quale lamentarsi fa male alla salute e altera il cervello in modo negativo. Secondo Parton, studioso della natura umana, i pensieri negativi innescano altri pensieri della stessa natura, che sopraggiungono anche in modo casuale. Più frequentemente accade, maggiore è il rischio di diventare pessimisti.

    Oltre ai pensieri, bisogna fare attenzione alle persone di cui ci si circonda perché persone negative producono un effetto negativo sulla propria mente. Questione di empatia che ci induce a immedesimarci con chi abbiamo intorno.

    Le conseguenze della negatività, sempre secondo Parton, sono terribili anche dal punto di vista fisico perché “Quando il cervello accende queste sinapsi di rabbia, stai indebolendo anche il tuo sistema immunitario; stai facendo alzare la pressione sanguigna, aumentando il rischio di malattie cardiache, obesità e diabete, ed una lista di altri disturbi negativi”.

    I pensieri negativi fanno male perché aumentano il rilascio di cortisolo, ormone dello stress che peggiora la memoria, il sistema immunitario, la densità ossea, il colesterolo e altro ancora. Insomma, le lamentele non fanno solo perdere l’amore ma peggiorano drasticamente anche la salute psicofisica. Meglio astenersi!