Lasciarsi ai tempi dei social network, consigli utili

da , il

    amourok

    Lasciarsi ai tempi dei social network, che dilemma! Checchè ne dicano ricerche di esimi studiosi, l’amore social non ha per nulla vita facile. Né felice. Se è vero che, spesso pc e smartphone possono agevolare la nascita di rapporti di coppia, è altrettanto vero che allo stesso modo possono rendere ancora più complicata la fine delle relazioni. Le tanto decantate lettere dei nostri genitori, i fiori in attesa di uno sguardo fugace, sono preistoria in confronto al modo condiviso di vivere l’amore oggi.

    Volenti o nolenti i rapporti sui social sono di pubblico dominio, come fossero sbattuti in prima pagina, per cui diventa inevitabile, una volta arrivati al capolinea di una storia, che anche la fine diventi pubblica. Zero privacy, zero possibilità, o quasi, di smaltire i ricordi. A chi non è successo, infatti, di collezionare album di foto in rete che ritraggono la coppia più felice e unita del mondo? Finchè la coppia regge nessun problema, ma cosa fare quando l’amore e la passione si trasformano in un mucchietto di cenere?

    Tecniche per lasciarsi su fb con discrezione

    Tralasciando il fatto che secondo alcune ricerche sono i social network stessi a provocare tradimenti e crisi di coppia, argomento che merita una trattazione a parte, lasciarsi ai tempi dell’era digitale significa dover fare di continuo i conti col proprio passato. Facciamo un esempio: vi siete detti addio e la prima cosa da fare è stata quella di eliminare il contatto Facebook e quello Twitter, facendo pulizia tra gli album delle foto che vi ritraevano insieme. Una pratica che vi ha rinfrancate e alleggerite, almeno per un momento. Poi è arrivato l’amica di turno a farvi il resoconto non richiesto della sua vita, avete sbirciato tra le sue foto e, anche se avete eliminato il vostro tag, l’immagine di voi due felici e innamorati è rimasta lì, tra i suoi scatti. Come sopravvivere, quindi, alla fine dei rapporti ai tempi dei social? Semplice, basta qualche piccola accortezza, in primis un ritorno alla vecchia discrezione, che non guasta mai.

    Basta evitare il cambio di status (da “fidanzata” a “single”) due secondi dopo il litigio, informazioni che smuovono anche l’animo più discreto, immaginate chi campa di gossip. Fate stemperare l’interesse e l’attenzione, poi commentate il cambio di status con emoticon divertenti, l’autoironia è sempre un’ottima carta.

    No ai tweet al veleno sull’ex, meglio qualche frase sul passato come maestro di vita. Più di classe. Se contatti comuni vi stuzzicano in chat, chiedendovi informazioni, rispondete con calma e usando una qualsiasi scusa per glissare il discorso.

    Piuttosto che interi album, cominciate a cancellare una foto al giorno, dà meno nell’occhio. E aiuta a metabolizzare, cosa non da poco.

    Dolcetto o scherzetto?