Lavorare insieme fa bene alla coppia? Tutti i pro e contro

Lavorare insieme fa bene alla coppia e quali sono tutti i pro e contro di una situazione simile? Molte coppie condividono il lavoro ma non è sempre così facile andare d'accordo perché subentrano alcuni rischi, specialmente se si avvia un'attività insieme. Ecco i pro e contro principali di chi opta per questa scelta.

da , il

    Lavorare insieme fa bene alla coppia? Tutti i pro e contro

    Lavorare insieme fa bene alla coppia? Scopriamo tutti i pro e contro. Da un lato si può godere della possibilità di trascorrere molte ore al giorno in sua compagnia, d’altra parte si può soffrire di troppa compagnia. Perché lavorare insieme al partner comporta vantaggi ma anche molte scocciature per non parlare del rischio di discutere solo ed esclusivamente di lavoro, anche tra le pareti domestiche. Analizziamo allora pro e contro.

    Lavorare insieme al fidanzato: pro e contro

    Lavorare insieme al marito o al fidanzato comporta alcuni vantaggi, specialmente per chi ama trascorrere molto tempo insieme alla persona amata. Perché se per alcuni individui, maschi e femmine, è impensabile passare intere giornate al fianco del partner, per altri vale la regola inversa.

    Ma di fatto quali sono i vantaggi? Sicuramente il tempo trascorso insieme e la possibilità di aiutarsi a vicenda, sostenendosi nei momenti difficili.

    I contro riguardano il rischio di portarsi a casa il lavoro, parlando sempre e solo di quello, e i litigi professionali che possono più facilmente trasformarsi in litigi privati. Un altro aspetto controverso, secondo alcune coppie insopportabile, è il fatto di non potere vivere una propria individualità perdendo gli spazi personali.

    C’è poi da considerare il rischio competizione che può subentrare se entrambi i partner sono molto ambiziosi.

    Lavorare bene insieme

    Come lavorare bene insieme? Chi opta per questa soluzione non dovrebbe dimenticare alcune cose: prima di tutto rispettare l’altro e soprattutto ascoltarlo, anche quando si ha l’impressione di sapere già cosa intende dire.

    E’ anche utile ricordarsi di separare la vita privata da quella lavorativa, immedesimandosi di volta in volta in ruoli diversi.

    Non dovranno poi mancare reciproci consigli per migliorare le cose, evitando di entrare in competizione. Parole d’ordine saranno allora sincerità, onestà, responsabilità.

    Nessuno dei due deve lavorare più dell’altro, a meno che non sia una scelta condivisa. E infine non devono mancare gli incoraggiamenti e i complimenti reciproci.

    Lavorare insieme all’ex

    Lasciarsi e continuare a lavorare insieme è possibile? Dipende molto dalle singole persone perché ci sono coppie di ex che mantenendo un rapporto civile e sereno, riescono anche a condividere il posto di lavoro, e altre che invece non durerebbero un giorno.

    L’importante è capire se il vostro rapporto finito è basato sul rispetto reciproco e su una solida amicizia, che può permettervi di lavorare insieme a dispetto dei sentimenti.

    Se invece il rapporto è teso o uno dei due nutre ancora sentimenti e speranze verso l’altro, allora è il caso di rinunciare.