Lettere d’amore, la romantica storia di Nabokov e sua moglie

da , il

    lettere amore storia

    Trecento lettere d’amore raccolte in un unico volume. Oggi sembra davvero una cosa impossibile eppure queste pagine, tutte rigorosamente scritte a mano, hanno segnato la storia tra lo scrittore russo Vladimir Nabokov e la moglie Vera Slonim e ora saranno pubblicate in un unico volume, in uscite negli Stati Uniti l’anno prossimo. Lui è l’autore di Lolita, per chi non lo sapesse, e questo romanzo, in assoluto, sarà il più vero e sentito, avrà il semplice titolo di ”Letters to Vera”. Non trovate che sia una storia meravigliosa, tipica dei grandi autori russi che hanno saputo creare un romanticismo in punta di piedi.

    Le lettere iniziano nel 1923, poco dopo l’incontro a un ballo di gala a Berlino tra Vladimir e Vera, e termina poco prima della morte dello scrittore avvenuta nella sua casa di Montreux, in Svizzera, nel 1977. Le prime lettere di Nabokov sono selvaggiamente passionali.

    Vi riportiamo un pezzetto, per darvi l’idea di quanto amore, romanticismo e desiderio ci fosse tra i due amanti. ”Come faccio a spiegarti la mia gioia, che tu sei il mio unico gioiello, la mia felicità celeste, io che mi sento completamente pieno di te? Io sono pazzo di te, tutti i miei ricordi, le mie poesie parlano di te…”. A ritrovare questa meraviglia è stato proprio il figlio della coppia, che svela che la mamma non desiderava pubblicare le lettere del marito.

    È vero che oggi tra mail e sms, le lettere si sono un po’ perse di moda, com’è vero che la scrittura non è più quella di una volta. Facciamo uno sforzo ogni tanto, magari aiutandoci con le parole di grandi scrittori.