Litigi di coppia: fondamentali per misurare il nostro amore

da , il

    “Va bene, fai come vuoi, a me non interessa”: quando cominciamo a ripetere questa frase un po’ troppo spesso al partner, è il chiaro segnale che qualcosa non va. Litigare (e fare pace) confrontarsi e tenere vivo l’interesse nell’altro è il chiaro segnale che l’amore esiste ancora. Quando invece alziamo le mani e ci disinteressiamo ai problemi di coppia bisognerebbe cominciare a pensarci. E’ una strategia messa in atto soprattutto dalle donne, che lo fanno anche inconsciamente. E’ come uno staccarsi piano piano dal rapporto, un cedere davanti ai problemi che ci porta a non avere più voglia di combattere come accadeva un tempo.

    La prima cosa è chiedersi il perché di questo atteggiamento: forse la comunicazione con il nostro partner è sempre stata impostata in modo sbagliato. Se abbiamo costantemente la sensazione di non essere capite e comprese, forse il problema non è solo nostro.

    I più grandi errori in una coppia si compiono infatti nei primi periodi: l’amore totale ci offusca la mente e a volte facciamo finta di non vedere alcuni piccoli problemi che oggettivamente esistono. Ricordate che questi piccoli problemi, alla lunga e una volta impostata la relazione, sono difficilissimi da risolvere.

    E così capita che molto spesso le donne, si allontanino piano piano, senza neanche accorgersene ma semplicemente non lottando più per quello che ritengono importante.

    Forse gli uomini potranno interpretare questo atteggiamento in modo totalmente opposto: una donna accondiscendente, che dice sempre di si ai loro occhi può essere la compagna perfetta. Una donna che smette di lottare è invece soltanto una donna delusa, che non crede più nella storia che sta vivendo.