Malattie sessuali, da oggi i sieropositivi possono entrare negli Usa

da , il

    Aids

    Finalmente un passo importante. Da oggi «le persone sieropositive potranno entrare, viaggiare, lavorare e risiedere negli Stati Uniti d’America, cosa proibita fino a ieri. Diventa infatti esecutiva da lunedì 4 gennaio 2010 la legge, depositata lo scorso 2 novembre, che cancella il divieto di ingresso e permanenza negli Stati Uniti per le persone affette da Hiv/Aids, in vigore dal 1987». Lo sottolinea la Lega italiana per la lotta contro l’Aids (Lila). «È finalmente finita una ingiusta e pericolosa discriminazione», ha dichiarato al Corriere della Sera la presidente Lila Alessandra Cerioli.

    La Lila, soddisfatta per questo importante obiettivo raggiunto, ricorda però che in tanti Paesi il divieto di ingresso e permanenza per le persone sieropositive ancora sussiste. In Cina, per esempio, dove si terrà l’Expo 2010. E poi Russia, Australia, Canada e altre nazioni, per un totale di circa 60.

    In previsione della prossima Conferenza sull’Aids, che si terrà a Vienna nel 2010, Lila insieme alle altre associazioni europee «si sta battendo – ha rilevato Cerioli – perché un segnale forte dell’impegno nella lotta contro stigma e discriminazione arrivi proprio dall’Europa. Il segnale che ci aspettiamo – ha concluso – è che i Paesi europei e confinanti cancellino queste norme restrittive entro la fine del 2010».